Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Stabilità: Per Bernardi il governo è partito dalla coda

In: Apparecchi Intrattenimento

19 ottobre 2015 - 09:46


BERNARDI2 JAMMA FOTO

(Jamma) – “Se la manovra è ispirata dalla dichiarata necessità di ridurre l’offerta dei giochi e la riduzione parte aumentando il PREU – afferma Eugenio Bernardi rivolgendosi al governo – mi pare che siate partiti dalla coda…”
“Ricordo – prosegue Bernardi – che al settore per un locale generalista primario ne bastano 4, non servono 6 newslot. Il numero dei terminali VLT (55 mila), però, se si riducono le newslot dei bar, vanno ridotte in proporzione. Sarebbe razionale, poi, ridurre contestualmente anche i 65 mila punti di offerta del gioco per Gratta e vinci e altri giochi.
Ora le newslot pagano un PREU del 13% + 0,8% (per AAMS + deposito cauzionale per i concessionari da restituire) equivaleva al 55,2% (sul 26% rimanente tolte le vincite del 74%) più occorrerebbe colcolare i 1.200 euro ad apparecchio censito al 31/12/14 (che abbia lavorato 1 giorno, 1 mese o 1 anno e sotto ricorso TAR LAZIO in decisione il 21 ottobre p.v.) di decurtazione degli aggi ai concessionari imposto dalla precedente legge di Stabilità 2015 (comma 649 art.1 Legge 190 e richiesta dai concessionari ai gestori + esercenti).
Dal 1 gennaio 2016 con l’aumento del Preu al 15% equivarrebbe ad un prelievo del 63,20% + 8% (sul 26% rimanente tolte le vincite del 74%) e ci saranno ancora i 1.200 euro e forse di più (tutta da calcolare) di decurtazione degli aggi ai concessionari, quindi vedete Voi se è poco.
Non si fa così una razionalizzazione del gioco, questa è una ritorsione contro 5 mila aziende di gestione e produzione ormai in crisi.
Con lo stesso provvedimento si condonano decine di centri CTD scommesse collegate a operatori esteri senza l’art.88 del TULPS, ovvero non regolari, mentre si punisce l’attuale gioco legale a piccola vincita. Che ci sia eccessiva offerta lo riconosco – conlude Bernardi – ma condonare i CTD vuol dire aumentare le scommesse e i luoghi di gioco”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito