Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Reggio Calabria. Tar respinge ricorso per l’annullamento dell’ordinanza limiti orari a slot e sale giochi

In: Apparecchi Intrattenimento, Diritto

7 novembre 2014 - 08:17


aula_tribunale

(Jamma) E’ stata rigettato il ricorso di un gestore per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, dell’Ordinanza commissariale n.53 del 12.09.2014 nel punto in cui disciplina gli orari giornalieri di apertura delle sale giochi e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro nel comune di Reggio Calabria.

L’Ordinanza fissava l’orario di apertura delle sale giochi autorizzate dalle ore 9,00 alle ore 23,00 di tutti i giorni, festivi compresi. In particolare, i magistrati del Tar (Presidente Roberto Politi, Consigliere Estensore Davide Ponte, e Angela Fontana, Referendario), alla fine della seduta di camera di consiglio del 5 novembre scorso, hanno rilevato che “nel bilanciamento dei contrapposti interessi, non sussistono i presupposti per l’accoglimento della invocata misura cautelare, anche alla luce delle finalità perseguite dalla p.a. e della circostanza per cui la garantita apertura degli esercizi per dodici ore giornaliere non appare ex sè qualificabile in termini di violazione totale delle libertà di stabilimento invocate. Atteso che, nelle more del necessario approfondimento di merito, sussistono giusti motivi per compensare le spese della presente fase – concludono i magistrati – il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria, Sezione Staccata di Reggio Calabria, respinge la domanda cautelare proposta”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito