Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Piacenza. Dal Pdl la richiesta alla Regione di maggiori controlli contro il gioco d’azzardo

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache

17 agosto 2012 - 10:42


awpgaming

(Jamma) Piacenza spende ogni anno 241.687.413 euro, corrispondenti a 893 euro per cittadino, ossia il 2,96% del PIL provinciale in giochi d’azzardo. Numeri che portano la provincia emiliana ad occupare la 61esima posizione a livello nazionale tra le città che spendono di più in sale giochi e slot machine. Dati tutt’altro che rassicuranti divenuti oggetto di interrogazione da parte del consigliere regionale del Pdl Andrea Pollastri che ha chiesto all’Assessore al Commercio Maurizio Melucci che la Regione si attivi per arginare la diffusione e soprattutto la dipendenza dal gioco controllando, monitorando e regolarizzando la distribuzione delle cosiddette ‘macchinette’. Richiesta alla quale Melucci ha risposto negativamente specificando che è lo Stato ad avere il compito di accertare il corretto comportamento degli esercenti che ospitano all’interno dei loro locali gli apparecchi da intrattenimento.

“Una risposta deludente” ribatte Pollastri che porta l’esempio di amministrazioni comunali come quelle di Vicenza, Cosenza, Arezzo, Pavia e Verbania, promotori di iniziative votate al rispetto del codice etico per la limitazione del fenomeno.


Nessun articolo correlato trovato

Commenta su Facebook


Realizzazione sito