Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Perugia. Comma 6 : esercente vince in appello contro ADM

In: Apparecchi Intrattenimento

1 agosto 2014 - 10:37


slot-machine-aams

(Jamma) – Non c’è responsabilità dell’esercente per apparecchi comma 6 con problemi di collegamento in rete. Lo ha stabilito il Tribunale di Perugia in qualità di giudice di appello riformando la sentenza di primo grado del Giudice di Pace di Norcia.
L’esercente si era “fidato” di una spia led che avrebbe dimostrato il regolare funzionamento dell’apparecchio. Di nessuna rilevanza la nota di Snai per disporre il blocco dell’apparecchio, inviata soltanto al gestore, ne’ la circostanza invocata dai Monopoli soccombenti circa il versamento del Preu a forfait, da cui si sarebbe dovuto evincere il problema di collegamento alla rete. Secondo il Tribunale di Perugia l’unico responsabile del collegamento alla rete era il concessionario Snai che avrebbe dovuto evidentemente inviare la nota di blocco apparecchi all’esercente, mentre il versamento del Preu a forfait era modalità ammessa e legittima e, quindi, non necessariamente indicativa di problemi di connessione.
L’avv.Marco Ripamonti, difensore dell’esercente, ha espresso soddisfazione ed ha dichiarato: ” La sentenza si pone in linea con un filone giurisprudenziale già emerso sopratutto a Firenze. Spiace che il Monopolio non sia stato condannato alle spese di causa, perché in tal modo il malcapitato esercente ingiustamente sanzionato dovrà farsene carico. Spiace altresì che in questa vicenda non risulta essere stato sanzionato il concessionario Snai, che correttamente il Tribunale di Perugia ha individuato come il soggetto responsabile del corretto collegamento alla rete telematica”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito