Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Penali newslot. A giorni la pronuncia della Corte dei Conti

In: Apparecchi Intrattenimento, Diritto

16 febbraio 2012 - 11:43


(Jamma) È attesa a giorni la sentenza della Corte dei Conti del Lazio che dovrebbe mettere un primo punto fermo in una vicenda che risale al 2006 e nota alle cronache per le penali contestate a dieci società concessionarie della rete newslot. Gli interessi dello Stato sono rappresentati dal viceprocuratore generale del Lazio della Corte dei Conti, Marco Smiroldo. Alle concessionarie di rete viene contestato il fatto di non aver rispettato la convenzione con i Monopoli di Stato del 2004. Le indagini della guardia di Finanza hanno inizio nel 2006.La Corte dei Conti ha fatto un calcolo in base alle penali stabilite dalla convenzione del 2004 (50 euro per ogni ora in cui una macchina non era collegata al contatore). E ha concluso che lo Stato ha subìto un danno di circa 89 miliardi, ha detto Smiroldo nel processo alla sezione Lazio della Corte dei Conti, presieduta da Salvatore Nottola. «Il problema che il giudice dovrà valutare è il valore della legalità in Italia», ha detto Smiroldo. Dopo l’apertura delle indagini, nel 2008 un provvedimento ministeriale ha ridotto le penali da 50 euro a circa cinque centesimi l’ora per il mancato collegamento delle macchine al server centrale. Se si applicasse con effetto retroattivo questa norma più favorevole, la penale a carico delle dieci società si ridurrebbe a un centesimo della somma calcolata, a circa 840 milioni.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito