Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Trento. Sempre più numerosi i comuni anti-slot

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot, Videogames, Videolottery

17 febbraio 2012 - 09:58


slotbar

(Jamma) Continua a diffondersi l’interesse delle amministrazioni comunali della provincia di Trento per il contrasto al gioco d’azzardo e in particolar modo alla diffusione eccessiva degli apparecchi da intrattenimento. Anche il piccolo comune di Moena, in questi giorni, sulla scia del lavoro svolto dalle amministrazioni di Cavalese e Predazzo, ha deliberato la limitazione alla collocazione di apparecchi da gioco sul territorio comunale. Una decisione in base a quanto previsto da una norma inserita nell’ultima legge finanziaria provinciale. Nel raggio di 300 metri dai luoghi sensibili indicati dalla amministrazione è vietata la sistemazione di videogiochi. Più precisamente sono interdette le zone nelle vicinanze dei luoghi di culto, delle scuole elementari e medie, della casa delle associazioni, degli ambulatori medici, del campo sportivo e della palestra, della biblioteca e del parco giochi. La delibera è immediatamente esecutiva ma non è applicata agli apparecchi da gioco già collocati.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito