Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Trento. Anche a Roncegno stop all’installazione di slot machine

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot, Videolottery

11 maggio 2012 - 09:54


newslotdonna

Trento. Regolamento anti-slot: già pronto il ricorso al Tar

  

Firenze. Il quartiere Peretola contro la nuova sala Vlt

 

(Jamma) Dopo Borgo, anche Roncegno si è attivato per limitare l’installazione di slot machine in paese e nelle frazioni. Nei giorni scorsi, infatti, la giunta del sindaco Mirko Montibeller ha stabilito che «in un raggio di 500 metri dai luoghi sensibili è vietata la collocazione di apparecchi da gioco». «L’Amministrazione comunale – si legge nella delibera – intende per quanto possibile adottare misure di contenimento del fenomeno individuando le zone più sensibili dell’abitato dove sono maggiormente presenti categorie di popolazione più vulnerabili per prevenire la dipendenza da gioco e le relative conseguenze di carattere socio – economico e sanitario». Segue quindi un lungo e puntuale elenco di edifici ed aree, ritenute appunto sensibili, che comprendono scuole, teatri, oratorio, biblioteca, centri sportivi, centri anziani, ambulatori medici, parchi giochi e luoghi di culto. Ben 27 indirizzi mappati, ma che sono esemplificativi e non esaustivi, pertanto il divieto è da intendere riferito alla tipologia delle localizzazioni. Il divieto si applica ai nuovi apparecchi e non a quelli già presenti negli esercizi pubblici. Per questo il Comune procederà a monitorare il numero e la tipologia degli apparecchi da gioco esistenti nel territorio al fine di una loro eventuale progressiva rimozione. Tra le motivazioni che hanno indotto a questa decisione anche il fatto che il Comune è in possesso del Marchio Family in Trentino per le iniziative messe in atto a favore della famiglia e che dallo scorso dicembre coordina il Distretto Famiglia Valsugana e Tesino.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito