Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Slot e penali. In decisione ricorsi contro richiesta pagamento quarta penale

In: Apparecchi Intrattenimento, Diritto, Newslot

9 maggio 2012 - 11:08


Padova. I controlli della GdF nelle sale giochi. VIDEO

 

(Jamma) Tar Lazio, sono stati mandati in decisione i cinque ricorsi discussi oggi in Camera di Consiglio contro la richiesta di pagamento della quarta penale delle newslot. Le ricorrenti oggi hanno chiesto al Tar di sospendere in via cautelare la richiesta di pagamento, l’ordinanza è attesa nelle prossime 24-48 ore. I ricorsi di oggi sono stati intentati da Bplus, Cirsa, Codere, Sisal, Cogetech e Gmatica; anche le altre cinque concessionarie della rete hanno impugnato la richiesta di pagamento, discuteranno i ricorsi il 23 maggio. Complessivamente le dieci compagnie sono state invitate a pagare circa 70 milioni di euro. La quarta penale riguarda il funzionamento del Gateway, ovvero il sistema di controllo che permette a Sogei, il partner tecnologico di Aams, di monitorare in tempo reale il funzionamento delle macchine e le giocate. Le prime tre voci delle penali (che riguardavano i ritardi nella creazione della rete, e complessivamente ammontavano a trenta milioni) sono state irrogate a settembre 2008, e subito impugnate di fronte al giudice. Le compagnie hanno ottenuto ragione di fronte al Consiglio di Stato – le cui sentenze sono state depositate nell’udienza di oggi – secondo cui la rete delle newslot era un progetto senza precedenti in Europa, pertanto i ritardi erano inevitabili. Inoltre, sostengono, una serie di contrattempi sarebbero dipesi dalla stessa Aams.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito