Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Presentazione del vademecum sul gioco Anci, Sapar e Confindustria (testo integrale )

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot, Videolottery

21 giugno 2012 - 11:21


ancift

La regolamentazione degli apparecchi da intrattenimento: slot e videlottery

 

 Scarica il VADEMECUM

 

(Jamma) Al via questa mattina a Roma la presentazione del vademecum per l’installazione di Newslot e Videolottery, delle linee guida frutto dell’accordo tra Sapar, Anci e Confindustria Sistema Gioco Italia. Il documento – che verrà aggiornato ogni anno e sarà distribuito a comuni e operatori – è stato redatto per venire incontro alle esigenze dei comuni e fornire loro supporto sulle disposizioni in materia, affinché le norme sull’istallazione possano trovare corretta applicazione. Il legislatore nazionale ha deciso di lasciare al mercato la regolamentazione del numero di sale, una scelta che “si scontra con le esigenze dei comuni”, ha spiegato Alessandro Cattaneo, vicepresidente di Anci, “pur nel rispetto della riserva al legislatore nazionale, non è immaginabile che gli enti locali siano meri spettatori”. Cattaneo ha poi ricordato i tentativi di alcuni sindaci di limitare orari di apertura delle sale o numero di apparecchi.

“Il vero nemico dei Comuni e degli operatori è il gioco illegale. L’approccio corretto non è certamente quello di contrapposizione. In alcuni casi è accaduto, ma si tratta di eccezioni e casi isolati. “Qualche sindaco ha optato per regolamentazioni comunali particolari con l’obiettivo di limitare l’apertura di sale da gioco ma si è trovato a fare un passo indietro perché c’è una  normativa nazionale da rispettare. Pavia e a Vicenza in questi giorni si stanno occupando della questione, ma non credo che l’approccio della contrapposizione sia quello più giusto. Non si può dimenticare che il gioco porta risorse importanti e la strada da percorrere è quella della collaborazione tra associazioni di categoria e Comuni per combattere il gioco illegale”.

”Sarebbe quindi importante” – ha aggiunto Fabio Refrigeri, Delegato ANCI attività produttive e commercio – “riconoscere agli enti locali la possibilità di poter dire la propria in questo delicato processo, senza violare le prerogative statali ma al contempo evitando di relegare ad un ruolo di mero spettatore chi è chiamato ad amministrare il territorio. I Comuni non possono rimanere inerti di fronte ad aspetti rilevanti come questi”.

“Il vademecum – ha detto ancora Cattaneo – sarà per loro un utile strumento” e ancora ha lodato la maturità del settore che si è voluto confrontare con le esigenze delle comunità locali.

Il vademecum per l’installazione di slot e vlt presentato oggi a Roma è “il primo passo per un confronto costante con le amministrazioni locali”, ha affermato Raffaele Curcio, presidente di Sapar. Durante il suo intervento Curcio ha sollecitato nuovamente che ai comuni vengano garantite maggiori risorse “per effettuare i controlli necessari, vista la forte espansione che ha fatto registrare il mercato dei giochi. Risorse che potrebbero proferire dal gettito o dalle sanzioni incassate dopo i controlli”.

“La pubblicazione del vademecum Sapar-Anci-Sistema Gioco Italia avviene in una fase particolarmente delicata, tenendo presenti le numerose prese di posizione da parte delle amministrazioni locali nei riguardi del gioco. si tratta di uno strumento che favorisce  una più corretta e più veloce applicazione delle norme. Oggi, ad esempio, la pratica per il disbrigo degli adempimenti richiesti per l’installazione di un apparecchio richiede circa 20/30 giorni in alcuni comuni, per incagliarsi invece in altri anche per 30/40 giorni. Questo di fatto blocca l’attività, magari solo per una richiesta all’ufficio di documentazione non più prevista per legge”

 

 Scarica il VADEMECUM

 

“Crediamo molto in questo sodalizio con Anci e speriamo di poter lavorare ancora meglio in futuro perché un settore che produce economia non può continuare ad essere demonizzato così come avviene oggi”. E’ quanto ha dichiarato Domenico Distante,vice presidente della Sapar durante la resentazione di questa mattina, a Roma del Vademecum Anci, Sapar, Sistema Gioco Italia.

“Il vademecum – ha precisato- è finalizzato ad agevolare l’attività dei Comuni e  far capire che le attività di gioco e le slot sono regolamentate da da leggi rigorose. Cosa che spesso le amministrazioni dimenticano”.

Per Distante si deve ancora lavorare su interventi che ” semplifichino le procedure per l’installazione degli apparecchi legali, aumentino i controlli sulle attività illegali e destinino ai Comuni parte dei proventi derivanti dalle sanzioni”.

 

Per Giovanni Emilio Maggi, vicepresidente di Sistema Gioco Italia, l’accordo con Anci “ è fondamentale per fare chiarezza in un dedalo di norme sicuramente complesso e non sempre di facile interpretazione da parte dei funzionari comunali”. “Questo strumento potrà servire anche per ridurre le conflittualità e semplificherà i rapporti fra le Autorità locali e i concessionari di gioco.

Vademecum Anci, Sapar, Sistema Gioco Italia

Commenta su Facebook


Realizzazione sito