Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Pescara. Approvata riduzione del 30% della Tares per i locali no-slot

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot

18 ottobre 2013 - 11:54


newslotdonna

(Jamma) Riduzione del 30% della Tares per i bar e tabacchi che rinunciano all’installazione di apparecchi di cui all’art.110 comma 6 lettera a) del TULPS. Lo prevede il nuovo regolamento sulla Tares approvato ieri  in Consiglio comunale a Pescara all’interno del quale è stata inserita la proposta fatta dal consigliere Maurizio Acerbo (PRc). “Esprimo soddisfazione per l’unanime approvazione da parte del Consiglio Comunale della mia proposta di inserire nel regolamento sulla Tares una detrazione per gli esercizi pubblici che rinunciano alle slot machine” ha dichiarato Acerbo.

“Riducendo la TARES – ha spiegato – il Comune incentiva il comportamento virtuoso di quei titolari che rinunciano agli introiti delle macchinette. Pur essendo stato modificato il testo del mio emendamento quel che è positivo è che sia passato il principio che è compito dell’ente locale contrastare il diffondersi della ludopatia. Tutti gli esperti concordano sul fatto che la ludopatia è una patologia che aumenta col proliferare dell’offerta. Per questo occorre porre un freno al dilagare di slot ovunque. Purtroppo la normativa nazionale non consente ai comuni di regolamentare il fenomeno né tanto meno di porre divieti. Si può lavorare come Comuni e Regioni sul piano degli incentivi e disincentivi”. Inoltre ha annunciato: “Ho presentato proposte in tal senso sia al Comune di Pescara che in Consiglio Regionale dove nei giorni scorsi è stata approvata una legge troppo soft di contrasto alla ludopatia. Nei prossimi giorni presenterò un progetto di legge regionale che riprende i miei emendamenti respinti dalla maggioranza di centrodestra e in particolare la proposta – come deciso in Toscana – di un inasprimento della tassazione regionale al fine di disincentivare le slot machine”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito