Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Penali slot. AAMS formalizza richiesta ai concessionari pagamento quarta penale

In: Apparecchi Intrattenimento, Newslot

3 febbraio 2012 - 19:04


slotdita1

(Jamma) I Monopoli di Stato hanno chiesto formalmente ai dieci concessionari delle newslot il pagamento della quarta penale (quella attinente al funzionamento del gateway) che già era stata conteggiata in 70 milioni complessivi.

Il nuovo conteggiorisulta dall’applicazione degli atti integrativi alle concessioni firmati a ottobre 2010 che riducono la sanzioni per ogni ora di mancato collegamento da 50 euro a 5 centesimi. La vicenda dei ritardi nell’avvio della rete delle newslot è al centro di una lunga vicenda processuale che ha coinvolto diversi giudici, primi fra tutti i giudici amministrativi e la Corte dei Conti. Quest’ultima – chiamata a decidere sul danno erariale che deriva dal ritardo nell’avvio della rete e dalla mancata irrogazione delle penali – pronuncerà a breve la sentenza, la Procura Regionale ha formulato tre richieste di condanna (800 milioni, 2,7 miliardi e 90 miliardi). In alternativa ha chiesto al Collegio di quantificare il danno erariale. Il Consiglio di Stato, invece, con una serie di sentenze (la prima è del dicembre 2010) ha assolto le concessionarie. In questo caso i ricorsi riguardavano la contestazione delle prime tre penali che i Monopoli avevano comminato dopo una prima rimodulazione delle convenzioni di concessione (avvenuta nel marzo 2008), le penali ammontavano complessivamente a una 30ina di milioni di euro. Per il Consiglio di Stato la rete delle newslot era un progetto paragoni nel mondo, e venne allestita per la prima volta in via sperimentale. Le concessionarie pertanto non potevano essere ritenute responsabili per dolo o colpa grave per i ritardi verificatisi. E’ quasi certo che le concessionarie, forti di queste sentenze, impugneranno anche la quarta penale di fronte al Tar Lazio.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito