Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Newslot. Ancora attesa per le nuove regole tecniche ma già in programma i controlli sulle aziende di produzione

In: Apparecchi Intrattenimento, Automatico, Newslot

12 aprile 2012 - 19:07


AWP34

Slot. Il Sole24Ore dà i numeri. Perché il presidente di Acadi non chiede di rettificare?

 

(Jamma) Annunciate (con eccessiva enfasi e ottimismo evidentemente da parte di qualcuno) per il mese scorso, le nuove regole e i parametri per la produzione degli apparecchi da intrattenimento a vincita limitata sembrano per ora destinate a restare sul tavolo del direttore generale dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato, Raffaele Ferrara. Sulla questione relativa alla revisione delle regole tecniche, finalizzate a garantire un maggior livello di sicurezza alle macchine, l’Ufficio competente dell’Aams sta lavorando ormai da diverse settimane e in questa ottica si sono svolti diversi incontri con tutti i soggetti interessati, dalle associazioni di categoria a tecnici di Sogei. Un lavoro sicuramente impegnativo e su cui l’Aams è decisa a prestare una grande attenzione ma che evidentemente richiede tempi sicuramente troppo lunghi, almeno a giudicare da quanto fanno sapere i produttori riuniti nella sigla dell’Associazione Costruttori (Acmi). “Già da diverso tempo, dicono, si evidenzia la grave situazione di stagnazione che contraddistingue il mercato delle AWP. La perdurante assenza di informazioni ufficiali su tempi e caratteristiche degli interventi previsti, potrebbe mettere definitivamente in ginocchio molte aziende italiane già impegnate, da mesi, a fronteggiare la gravissima crisi economica”. Così il presidente Riccardo Chionna ha inviato una lettera al Dott. Raffaele Ferrara “per evidenziare la gravità della situazione e per sollecitare l’urgente convocazione di un tavolo tecnico di confronto finalizzato proprio alla condivisione e alla definizione degli interventi previsti”.

E’ vero mancano informazioni su tempi e caratteristiche degli interventi, ma è anche risaputo che le proposte avanzate dagli operatori del settore non hanno trovato una piena condivisione da parte dell’Amministrazione che, a quanto si dice, si mostra disponibile a valutare le diverse proposte che, non necessariamente, dovranno essere condivise esclusivamente con gli operatori del mercato.

La linea sulla quale si articolano gli interventi dell’Amministrazione è infatti sempre e solo quella indicata dal Ministero delle Finanze e, come si legge nell’ultimo documento firmato da Mario Monti, in qualità di Ministro delle Finanze, in materia di interventi per il 2012, l’attività dell’Aams dovrà concentrarsi sul contrasto alla illegalità. Una novità, come si legge nell’articolo pubblicato da Jamma Magazine di Aprile, sta nell’avvio di una intensa attività di controllo sui produttori. Si prevede da parte dell’Aams l’individuazione dei produttori di scheda da sottoporre a verifica. Per questo servirà un coordinamento della relativa attività di controllo con percentuale dei controlli con esito positivo ed eventuali sanzioni.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito