Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Camporosso. Niente Tarsu ai locali no-slot

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot

7 agosto 2013 - 11:58


slot machines-23
Bressanone: dopo aver bandito le slot machine, nel mirino finiscono le scommesse

 

Da Monselice, de Poli annuncia ddl per mettere al bando le slot

 

(Jamma) A Camporosso (Imperia) la Tares sarà inferiore alla vecchia Tarsu. Il motivo è una serie di esenzioni progressive, che consentiranno all’amministrazione comunale di operare vari sconti sulla vecchia tassa per lo smaltimento dei rifiuti.

Ad esempio le persone sole potranno risparmiare sino al 50%. Lo stesso sconto sarà previsto per gli esercizi che assumeranno personale residente nel Comune; agli oltre 600 nuclei famigliari che fanno il compostaggio domestico si aggiunge una riduzione del 10%, mentre a chi aderisce a “Ricicla ed Ecovinci” sarà assicurato un ulteriore sconto dal 15 al 25%.

Novità importanti però sul fronte della lotta al gioco d’azzardo. Se numerosi comuni nelle ultime settimane avevano approvato sconti fino al 50% sulla tarsu e su altre tasse per gli esercizi commerciali lodevoli che decidevano di bandire il gioco d’azzardo e, in particolare, le slot machine dai propri locali, il comune di Camporosso ha deciso di fare di più: l’amministrazione assicura infatti l’esenzione totale a chi eliminerà slot machine e giochi elettronici.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito