Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Caiazzo. Vietato giocare fino alle 10 del mattino

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Newslot, Videolottery

15 maggio 2012 - 16:32


slot_1

(Jamma) Il primo cittadino di Caiazzo,Stefano Giaquinto, sta preparando insieme all’assessore Tommaso Sgueglia una vera e propria offensiva contro il gioco d’azzardo dal momento che nel piccolo paese sta rovinando soprattutto gli adolescenti.

Se il provvedimento che il Comune di Caiazzo sta preparando andrà in porto sarà vietato l’accesso alle slot machine ed alle sale scommesse presenti sul territorio prima delle dieci del mattino. La misura è chiaramente volta a tutelare i giovani che frequentano le scuole cittadine che in svariate occasioni, purtroppo, sono stati scoperti a giocare a partire dalle otto del mattino, cioè prima di entrare in aula. Lo stesso discorso vale anche per i lavoratori e le lavoratrici che prima di recarsi sul luogo dove prestano servizio, non disdegnano la puntatina sulla slot, soprattutto nei bar della città. Ed allora la soluzione allo studio dei funzionari comunali ed in particolar modo dell’assessore ai servizi sociali Tommaso Sgueglia, di concerto con il sindaco Stefano Giaquinto, è il classico uovo di Colombo, cioè staccare la spina di primo mattino e limitare già di per sé un flusso di giocatori che in città è oramai abnorme rispetto alle prospettive di un Comune di poco più di 5mila anime.

Questo provvedimento potrebbe non servire a nulla ma è importante il segnale che lo Stato deve dare, anche dal più piccolo dei Comuni italiani e, in tal senso, da Caiazzo potrebbe partire un segnale chiaro e importante: basta giocare

Commenta su Facebook


Realizzazione sito