Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Marini (Acadi): “Necessario compattare la filiera”

In: Apparecchi Intrattenimento

28 aprile 2015 - 15:06


marini

(Jamma) – Siamo alla stretta finale di quella che è una querelle dalla quale dipende il futuro della filiera degli apparecchi da intrattenimento ma anche una parte importante degli introiti per lo Stato. In ballo ci sono 500 milioni di euro, 200 dei quali dovrebbero essere versati a fine mese.

Negli incontri di questi giorni il sottogretario Baretta ha chiesto ai rappresentati della filiera di arrivare ad una soluzione condivisa e definitiva. Per questo oggi ci sarà un incontro tra le associazioni dei gestori e quelle dei concessionari. L’obiettivo è di presentarsi all’incontro di domani con Baretta con un documento che accontenti tutte le parti. “Dobbiamo assolutamente presentarci al Governo ed all’esterno compatti – ha dichiarato ad Agimeg Matteo Marini presidente di Acadi – avere una filiera unita è un passo fondamentale per arrivare ad una soluzione ottimale, condivisa con i rappresentanti del Governo. Questa mattina il sottosegretario Baretta ha chiesto proprio questo e domani si aspetta che la filiera dia prova di aver trovato una soluzione condivisa per il pagamento dei 500 milioni.

 

Noi come Acadi proporremo quelle che, secondo noi, sono le soluzioni migliori per un’equa distribuzione degli importi e speriamo di compattare la filiera e presentarci al Governo con un documento definitivo”. Non sarà comunque un impegno facile, visto che i gestori, a quanto appreso da Agimeg, chiederanno delle precise garanzie  sulla delega, visto che sostengono che la stessa presenti alcune norme che puntano ad una loro epurazione.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito