Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

IMA 2014, Kubicki (Partito Liberale Democratico) : “Il proibizionismo non è mai servito, tanto più quello sul gioco”

In: Apparecchi Intrattenimento

14 gennaio 2014 - 16:09


ima2014kubi

 

(Jamma) Wolfgang Kubicki , leader del Partito Liberale Democratico del Schleswig – Holstein ha partecipato oggi alla conferenza inaugurale della 32esima edizione di Ima, la fiera dell’automatico da intrattenimento e del gaming che si tiene a Düsseldorf. “I divieti- ha detto- non sono mai serviti a niente. I giocatori saranno costretti a continuare il loro gioco nell’illegalità il che è come accettare tacitamente che il mercato nero sia fiorente”. Secondo Kubicki quando si parla di regolamentazione del mercato del gioco bisogna considerare tre fattori : La regola della parità tra governo e gioco commerciale , l’esercizio della vigilanza dello Stato su tutte le attività di gioco ed educare sui pericoli e sui rischi del gioco .

 

 

Ima2014osp

 

 

Il Prof. Dr. Bernd Hartmann , professore di Diritto pubblico , Diritto d’impresa e Scienze Amministrative dell’ Università di Osnabrück , ha affrontato le questioni di carattere legale ” Abbiamo di un buon motivo per intervenire sulla legislazione , si tratta di combattere la dipendenza da gioco d’azzardo ” . La riforma del federalismo ha , tuttavia , permesso che tutti i paesi adottino le proprie leggi a livello locale e questo ha causato grande confusione ” la chiarezza non spesso il prodotto degli errori del federalismo “, ha detto Hartmann . Inoltre, il Trattato di Stato sul gioco d’azzardo non è conforme con l’idea di coerenza a cui fa riferimento la Commissione Europea.

 

Kubicki a tale proposito è intervenuto denunciando la disparità di trattamento nei confronti dei diversi gestori del gioco. Nello stato dello Schleswig- Holstein gli scuolabus fanno pubblicità ai casinò. ” Questa ipocrisia va smascherata ! ” ha detto.

Paul Gauselmann ha dichiarato che se verrà applicato quanto previsto dal Trattato di Stato sul gioco d’azzardo tra i 70 e 80 per cento del settore sparirebbe a tutto vantaggio del gioco online e della illegalità . Kubicki ha aggiunto che lo Stato e le comunità hanno perso entrate fiscali nell’ordine di miliardi .

Il modello di Schleswig- Holstein , concettualmente, potrebbe essere un compromesso . “Questo la strada che la Germania deve percorrere: difendere aziende e posti di lavoro “, ha detto il presidente della VDAI e ha sottolineato . “Il comparto deve essere regolamentato, ma non in modo eccessivo, e qui a IMA 2014 stiamo dimostrando quanto sia potente l’ industria ” . Wolfgang Kubicki ha esortato il settore a percorrere le vie giudiziarie : ” Andate nei tribunali , siate attivi e lottate per i vostri diritti , abbiamo bisogno di regole chiare a livello federale ! “

Commenta su Facebook


Realizzazione sito