Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Il Tribunale di Palermo annulla ordinanza ingiunzione AAMS sul gioco promozionale

In: Apparecchi Intrattenimento

11 febbraio 2015 - 09:28


ripamontins

(Jamma) – Il Tribunale di Palermo, con sentenza civile depositata il 5 febbraio 2015, accoglie l’opposizione ad ordinanza ingiunzione avanzata dall’avv. Marco Ripamonti nell’interesse di una ditta di gestione. L’ordinanza ingiunzione era basata sulla circostanza che il totem fosse dotato di lettore di banconote e connessione ad internet tramite cui accedere a giochi quali poker e slot machine, con pulsante di reset per azzerare i punteggi nella parte posteriore.

Da ciò, secondo la tesi di AAMS, la appartenenza dell’apparecchio alla tipologia di cui all’art.110 tulps.

 
La difesa ha contestato tale assunto affermando come tale apparecchio fosse, invece, assimilabile ad una postazione telematica e come i giochi in questione fossero di natura promozionale, privi della possibilità di elargire vincite in denaro, bensì punteggi spendibili nell’acquisto on line di prodotti e servizi. Il Tribunale ha preferito la tesi della difesa, basata anche su precedente provvedimento con cui proprio l’Ufficio dei Monopoli di Palermo aveva in passato archiviato una contestazione amministrativa caduta su apparecchio analogo, proprio riconoscendone l’estraneità alla tipologia ex art.110 tulps.

 

A base delle sentenza anche la piena condivisione di Sentenza ottenuta dallo stesso difensore in Corte d’Appello di Trento ed il mancato assolvimento da parte di AAMS dell’onere della prova circa la riconducibilità della macchine alla tipologia degli apparecchi da gioco.

 
Il Giudice, nonostante la piena soccombenza dei Monopoli, ha risparmiato all’Amministrazione la condanna alle spese di causa.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito