Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gmatica nel segno del cambiamento

In: Apparecchi Intrattenimento

22 giugno 2012 - 15:52


gmaticacontiello

(Jamma) Prende il via questo pomeriggio a Roma la convention organizzata da Gmatica come importante momento di incontro e di confronto tra la società e le imprese di gestione. “Il settore del gioco si rinnova e anche Gmatica ha deciso di farlo” ha detto Luca Contiello, ad del Gruppo, in apertura dei lavori.

Evoluzione delle regole vuol dire cercare di semplificare adempimenti e obblighi. In questa logica Gmatica avvia un nuovo percorso che coincide con una nuova fase ovvero il rinnovo della concessione. “Sappiamo che il momento non è facile – ha continuato Contiello – l’accorpamento dell’AAMS nelle Dogane rappresenta sicuramente un motivo di preoccupazione. Nei prossimi 90 giorni secondo quanto prevede il decreto, i giochi dovranno esser fatti”.

 

Ad intervenire anche Giulia De Rosa, direttore business dell’azienda, che ha spiegato come questo sia un anno di grandi cambiamenti e di stravolgimenti. “Anche Gmatica, pur continuando il percorso avviato nel 2004, vuole puntare ad un rinnovamento in termini di immagine. Noi abbiamo sempre puntato più sul fare che sull’apparire. Oggi vogliamo anche comunicare i valori in cui crediamo. Abbiamo scelto i segni delle carte perché ben si prestano a lanciare un messaggio. Il logo – ha detto – punta sul cuore, segno di emotività, spiritualità, il rosso segno della passione. I fiori sono qualità, stima, talento: il servizio al cliente è il nostro fiore all’occhiello. Il quadro rappresenta stabilità, solidità, garanzia. Il picche rappresenta combattività, determinazione e progresso. La nostra è sicuramente una campagna con le carte in regola. Per Enada Roma saremo presenti e faremo circolare le nostre nuove carte, il nostro nuovo messaggio. Il rinnovamento del rapporto con i nostri clienti è da sempre per noi molto importante. Abbiamo rinnovato anche il sito Internet con nuove aree di informazione; cureremo con grande attenzione l’aspetto relativo alle newsletter e presenteremo una sezione nella quale gli interessati potranno candidarsi per far parte della nostra squadra, semplicemente inviando il proprio curriculum vitae”

 

 

“Il contesto economico è particolare. Dal 2007 siamo in recessione – ha affermato il presidente Matteo Marini – Il settore del gioco non è anticiclico. La spesa è piatta da tre anni anche se il numero degli apparecchi per gestore cresce. Stiamo lavorando, inoltre, ad un progetto sul gioco patologico: un progetto per misurare realmente il fenomeno ed avviare soluzioni di intervento”.

 

 

“Di fronte a cambiamenti che hanno investito il nostro settore è importante pensare a un futuro diverso per arrivare preparati alle novità. Gmatica fa il concessionario e intende continuare a farlo – ha affermato Luca Contiello, ad della società -. Questo è un momento di trasformazione e tocca vari contesti, vista la costante evoluzione delle regole a cui abbiamo assistito. Per quanto riguarda il comparto degli apparecchi – ha spiegato – sta finendo una concessione che ha permesso il consolidamento della filiera e ora ci aspetta un nuovo momento legato a tante novità. Una delle più recenti è l’accorpamento dell’ente regolatore nell’Agenzia delle Dogane, questo se per certi aspetti – quello dei tabacchi – può essere comprensibile per il settore giochi desta qualche apprensione, ma aspetteremo i prossimi giorni per valutare come tutto sarà definito”. Contiello passa poi ad esaminare l’evoluzione che ha riguardato il settore delle slot che “spesso costituisce, com’è stato in passato, un incremento negli esborsi economici. A titolo di esempio possiamo citare i nuovi PDA geo-referenziati per proseguire con le nuove comma 6A all’orizzonte e le relative nuove regole tecniche che verranno applicate con scarso recupero delle macchine già installate. Altra novità è la manutenzione a real time che prevede che chi deve intervenire su una macchina necessiti di un messaggio telematico che possa sbloccare l’apparecchio. In questo momento di trasformazione anche Gmatica prova a rinnovarsi – ha continuato Contiello – con una nuova componente industriale, l’ingresso di Novomatic, con nuove proposte alla filiera, con nuovi percorsi di comunicazione. L’ingresso di Novomatic nella compagine societaria rappresenta una operazione industriale importante, che è cosa diversa da una operazione finanziaria. Ma il punto di forza della nostra azienda è la rete dei clienti: preferiamo non fare la ‘battaglia sui centesimi’ ma crescere sulla meritocrazia cercando di costruire un nuovo futuro e di far emergere il meglio di questo settore anche grazie alla realizzazione di progetti comuni.Senza la rete delle imprese di gestione, Gmatica non esisterebbe e non sopravviverebbe. Per quanto riguarda l’introduzione di awp di terza generazione, varie sono le ipotesi relative se dovessero essereintrodotte tutte le soluzioni tecnologiche richieste e suggerite nella bozza che abbiamo. Per non parlare dell’idea di manutenzione che dovrà essere real time. Ogni gestore dovrà avere una abilitazione della rete per poter accedere”.

 

 

“La fase di trasformazione che c’è stata fino ad ora ha interessato soprattutto la figura del gestore – ha esordito Franco Silvestri, responsabile unità operativa di Gmatica -. Noi abbiamo cercato di supportarla con soluzioni tecnologicamente valide ed efficienti. Abbiamo lavorato su semplificazione, servizi e innovazione. Migliorare in quest’ottica vuol dire dare maggiore informazione. Conoscere per crescere. Si parte dalla proposta di smartview, un prodotto di business intelligence per dare elementi e informazioni sui prodotti di cui il gestore dispone . Così sa qual è la macchina che lavora meglio, ecc. Fornisce statistiche per area geografica, modello, produttore ecc”.

“Tra gli altri servizi che verranno messi a disposizione – ha continuato Silvestri – lo smatvenue, un applicativo gestionale per pianificare incassi e manutenzione. Via mobile e via web verrà attivato un pacchetto innovativo e facile da usare . Fino al 30 settembre è gratis per valutarne l’efficacia, poi costerà fino ad un euro al giorno fino a tre utenze abilitate. Il nuovo portale punta a modificare il punto di vista che non è più quello del gestore ma quello del singolo locale. Affiancheremo il vecchio portale con nuovi utilizzi. E’ consentita la profilazione per territorio assegnando ogni zona per territorio, oltre alla profilazione per funzioni”.

 

 

 

“Quello che vorremmo come concessionario è fare delle esigenze del gestore il nostro obiettivo – ha affermato, riprendendo la parola,  Giulia De Rosa – Si parte dalla convenienza, soprattutto in termini economici. Canone zero e una iniziativa che premi il gestore virtuoso. La promozione viene prorogata fino al 30 settembre 2012. Novostar è una soluzione che consente di garantire l’offerta di gioco senza investimenti. Novostar è il fiore all’occhiello di Novomatic. Canone di rete inclusa, primi 6 misi 4 euro al giorno, al settimo mese 5,50 euro al giorno. Se si raggiungono 120 mila euro l’anno pari a 0,03% del coin in realizzato, volendo utilizzare il proprio cabinet, si può avere una scheda Novomatic a 2,50 euro al giorno.

 

 

Due punti indispensabili sono trasparenza e tracciabilità. Sono due condizioni – ha continuato – richieste dal legislatore. Si cerca uno strumento di pagamento adeguato a quanto richiesto. C’è uno strumento alternativo al bonifico bancario e Gmatica ha pensato a Mobilmat. E’ un istituto di moneta elettronica utilizzato dalla Banca italiana. Si opera online con pc smartphone e ipad. Si controlla online o mediante sms. Mobilmat è un valido strumento anche per i gestori di vlt. Il gestore ha una identificazione del cliente e la sua fidelizzazione e il giocatore ha un accredito immediato delle vincite fina a 5mila euro. Gmatica offre garanzie sui versamenti periodici al concessionario. L’azienda si fa carico del disbrigo della pratica di accesso alla convenzione con la compagnia assicurativa”.

 

“Gmatica attua anche una nuova strategia online – ha spiegato il direttore al gioco online Federico Fogli – è stato sviluppato un nuovo modello di posizionamento sul mercato creando dei verticali per differenziare l’offerta in base alle diverse categorie dei giochi. Casinò, poker, giochi soft, slot e scommesse sportive”.

 

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito