Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo e prostituzione, operazione Dragone: sequestrate 5 bische clandestine e slot illegali

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache

4 luglio 2012 - 09:58


polizia_7_

Varese. Nuove irregolarità nelle sale scommesse della città

 

Genova. Anche la nuova giunta si oppone all’apertura di sale da gioco

 

Bari. La provincia si mobilita per contrastare il gioco d’azzardo

 

(Jamma) E’ in corso, in diverse regioni italiane, una vasta operazione anticrimine, denominata ‘Dragone’, condotta dalla Polizia di Stato per contrastare la criminalità organizzata cinese. Gli investigatori del Servizio Centrale Operativo (SCO) e delle Squadre Mobili hanno arrestato 50 persone, ne hanno denunciate 445 e hanno controllato complessivamente 2750 soggetti. L’operazione, le cui indagini erano partire nel marzo scorso, hanno permesso di accertare un sensibile aumento di centri massaggi e di abitazioni private gestite da soggetti dediti allo sfruttamento della prostituzione di donne cinesi, provenienti nella maggior parte dei casi dalla regione dello Zhejiang, organizzato attraverso “call center” e annunci sui quotidiani, da contattare al fine di indirizzare i clienti verso i vari locali. Sono stati quindi sequestrati 29 immobili utilizzati soprattutto per lo sfruttamento della prostituzione, principalmente nelle regioni del Nord Italia. Controllati dalla polizia circa 85 appartamenti. I controlli hanno interessato anche il gioco d’azzardo: sono state chiuse 5 bische clandestine,e sequestrate alcune slot machine risultate non collegate con i terminali ministeriali e, in alcuni casi, anche clonate.

Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso di due conferenze stampa che si terranno presso le Questure di Prato e Genova alle ore 11.00.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito