Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Esclusivo. Delega sui giochi. Autorizzazioni, verifiche tecniche e nulla osta: ecco le nuove norme sulla distribuzione di slot e videolotterie

In: Apparecchi Intrattenimento

2 febbraio 2015 - 07:30


vltwin

(Jamma) La produzione, l’importazione e la gestione degli apparecchi con vincita in denaro e senza vincita in denaro sono subordinate ad autorizzazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sulla base di regole tecniche definite d’intesa con il Ministero dell’interno-Dipartimento della pubblica sicurezza. Questa la prima disposizione delle norme contenute nel decreto attuativo sui giochi previsto dalla Delega Fiscale e del quale il Mef in questi giorni, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sta definendo gli ultimi dettagli. Il decreto, che Jamma.it ha potuto visionare nella sua ultima stesura, introduce alcune novità anche in materia di distribuzione degli apparecchi da gioco.

 

Sulla base delle autorizzazioni rilasciate, previa verifica della conformità degli apparecchi e dei congegni alle caratteristiche stabilite per la loro idoneità al gioco lecito, l’Agenzia organizza e gestisce un apposito archivio elettronico, costituente la banca dati della distribuzione e cessione dei predetti apparecchi” si legge.

 

Gli importatori e i produttori degli apparecchi presentano un esemplare di ogni modello di apparecchio o congegno che essi intendono produrre o importare alla Agenzia per la verifica tecnica della loro conformità alle rispettive prescrizioni e della loro dotazione di dispositivi che ne garantiscono la immodificabilità delle caratteristiche tecniche e delle modalità di funzionamento e di distribuzione dei premi, con l’impiego di programmi o schede che ne bloccano il funzionamento in caso di manomissione o, in alternativa, con l’impiego di dispositivi che impediscono l’accesso alla memoria. La verifica tecnica vale altresì a constatare che la manomissione dei dispositivi ovvero dei programmi o delle schede, anche solo tentata, risulta automaticamente indicata sullo schermo video dell’apparecchio o del congegno ovvero che essa è dagli stessi comunque altrimenti segnalata. La verifica tecnica vale inoltre a constatare la rispondenza delle caratteristiche tecniche, anche relative alla memoria, delle modalità di funzionamento e di distribuzione dei premi, dei dispositivi di sicurezza, propri di ciascun apparecchio e congegno, ad un’apposita scheda esplicativa fornita dal produttore o dall’importatore in relazione all’apparecchio o al congegno sottoposto ad esame. Dell’esito positivo della verifica è rilasciata apposita certificazione”. “Il concessionario per la gestione della raccolta di gioco mediante gli apparecchi a vincita e il proprietario degli apparecchi senza vincita stipula convenzioni per l’effettuazione della verifica tecnica, inoltrandone copia alla Agenzia”.

 

Il nulla osta viene rilasciato dal’Agenzia “oltre che ai produttori e agli importatori degli apparecchi , ai proprietari di tali apparecchi, che rispondono, sotto la loro esclusiva responsabilità, della loro gestione. A questo fine, con la richiesta di nulla osta per la distribuzione di un numero predeterminato di apparecchi, ciascuno identificato con un apposito e proprio numero progressivo, i produttori e gli importatori autocertificano che gli apparecchi sono conformi al modello per il quale è stata conseguita la certificazione . I produttori e gli importatori dotano ogni apparecchio, oggetto della richiesta di nulla osta, della scheda esplicativa . I produttori e gli importatori consegnano ai cessionari degli apparecchi una copia del nulla osta e, sempre per ogni apparecchio, la relativa scheda esplicativa. La copia del nulla osta e la scheda esplicativa sono altresì consegnate, insieme agli apparecchi, in occasione di ogni loro ulteriore cessione”.I proprietari degli apparecchi prodotti o importati, dopo la data di entrata in vigore del decreto, richiederanno il nulla osta, precisando in particolare il numero progressivo di ogni apparecchio o congegno per il quale la richiesta è effettuata nonché gli estremi del nulla osta del produttore o dell’importatore ad essi relativo.Fatta eccezione per i terminali vlt e gli apparecchi senza vincita in denaro , il nulla osta rilasciato alla Agenzia decade automaticamente quando i relativi apparecchi risultino, in considerazione dell’apposizione degli stessi in stato di magazzino, ovvero di manutenzione straordinaria, per un periodo superiore a novanta giorni, anche non continuativi, temporaneamente non collegati alla rete telematica prevista dall’articolo 14-bis, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640, e successive modificazioni.

 

Ai fini del rilascio dei nulla osta è necessario il possesso delle licenze previste dall’articolo 88 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni.

 

L’Organismo di certificazione

 

Con regolamento del Ministro dell’economia e delle finanze da emanare, su proposta dell’Agenzia, sono stabilite le condizioni perché gli atti di certificazione degli organismi di certificazione, qualora questi ultimi siano previamente riconosciuti dall’unico organismo di accreditamento, risultino validi e facciano pubblica fede nei confronti della generalità, senza necessità di altri riscontri da parte dell’Agenzia, in ordine alla rispondenza di quanto dagli stessi certificato agli standard giuridici e tecnologici, nonché alle regole tecniche vigenti in ordine ale Awp, le Vlt e gli apparecchi senza vincita in denaro.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito