Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Delega Fiscale. Slot e Vlt solo nelle gaming hall? Ecco le ipotesi su cui sta lavorando il Mef

In: Apparecchi Intrattenimento

23 gennaio 2015 - 16:20


salagiochiob

(Jamma) Tempi stretti per la pubblicazione del decreto delegato in materia di giochi previsto dalla legge di Delega Fiscale. Secondo quanto riferito dal premier Renzi tutti i decreti attuativi saranno presentati in Consiglio dei Ministri il prossimo 20 febbraio. Meno di un mese quindi per completare la stesura del decreto atteso ormai da mesi dall’industria del gioco pubblico. Un provvedimento che dovrebbe fare chiarezza su molte questioni ancora irrisolte e che, nelle intenzioni del legislatore, dovrebbe portare ad una razionalizzazione dell’offerta.

Prospettiva che sembrerebbe ancora lontana almeno per quanto riguarda l’installazione di slot e videolotterie. Sul tavolo dei tecnici del Mef infatti ci sarebbero diverse proposte, tutte ancora da valutare. Quello che è certo è che il legislatore sta lavorando ad un contenimento dell’offerta, ovvero ad una riduzione degli esercizi all’interno dei quali si possono trovare degli apparecchi da gioco a vincita.
La location deputata all’installazione di questi apparecchi, secondo quanto specificato nella bozza del decreto attuativo che Jamma.it ha potuto visionare, sarebbe la gaming hall, ovvero “una sala specializzata nell’offerta di gioco gestita direttamente dal concessionario, o da un suo preposto, ovvero da una società concessionaria di gioco pubblico con una propria rete di raccolta”. Più problematica invece risulterebbe essere la questione dei cosiddetti esercizi generalisti, ovvero tutti gli esercizi pubblici non specializzati nell’offerta di gioco pubblico. Tra le varie proposte prese in esame , secondo quanto ha appreso Jamma.it da fonti istituzionali, c’è anche quella suggerita a suo tempo da Sistema Gioco Italia. “In pratica proponiamo un ritorno ai criteri di distribuzione del 2011, ovvero il dimezzamento del limite massimo di slot machine per esercizio che dovrebbe passare da un massimo di 8, come è oggi, a 4. Su questo punto proponiamo inoltre una revisione delle location e dei canali di presenza delle slot, di rivedere la presenza degli apparecchi in locali con piccola metratura e la separazione graduale degli spazi in cui viene offerto il gioco” riferiva nel settembre 2013 il presidente di Sistema Gioco Italia, Massimo Passamonti.
Ed infatti nella bozza del decreto di Delega Fiscale si parla di slot consentite solo nei bar dotati di spazi dedicati al gioco con una superficie minima e un numero massimo di apparecchi pari a quattro. L’area dovrebbe essere inaccessibile ad un pubblico di minori. Ciò non toglie che il legislatore decida di optare per una soluzione decisamente più estrema e di forte impatto di tipo economico-finanziario. Si tratterrebbe infatti di vietare l’installazione di slot e terminali Vlt in tutti gli esercizi pubblici ad esclusione delle gaming hall.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito