Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bolzano. Scadenza licenze sale giochi sull’agenda del commissario Penta, ma i tempi sono stretti

In: Apparecchi Intrattenimento

7 gennaio 2016 - 14:44


penta-bz

(Jamma) E’ un lungo elenco quello delle questioni nell’agenda del commissario straordinario del Comune di Bolzano Michele Penta per i prossimi mesi. Almeno cinque o più probabilmente sei, fra elezioni a maggio eventuale ballottaggio e formazione della nuova giunta.
Tempi stretti quindi per molti temi all’ordine del giorno. Secondo la stampa locale proprio dall’azzardo dovrebbe partire il mezzo anno di Penta: nelle prossime settimane dovrà avviare l’iter amministrativo per la chiusura delle sale giochi vicine ai luoghi sensibili, ma solo dopo aver concordato uno specifico iter: avviso, secondo avviso, chiusura forzata. E si dovrà resistere ai ricorsi al Tar, assai più che certi, e alle richieste di sospensiva.
Nell’occhio del ciclone le sale giochi che sono state autorizzate nel 2011 e che secondo le nuove “Norme in materia di pubblico spettacolo” della legge provinciale n. 13 del 13 maggio 1992 non potranno più vedersi rilasciare la licenza se ubicate in un raggio di 300 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado, centri giovanili o altri istituti frequentati principalmente dai giovani o strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi