Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bolzano come Trento, il Comune cerca di frenare l’installazione di slot machine

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache

16 marzo 2012 - 00:25


slot_1

(Jamma) Durante la seduta straordinaria del consiglio provinciale di Bolzano dedicata alle liberalizzazioni. il consigliere Fli Alessandro Urzì ha colto l’occasione per presentare un ordine del giorno per impegnare la giunta provinciale a migliorare la legge sul gioco d’azzardo, ispirandosi maggiormente all’esempio dei cugini trentini. Urzì chiede di: estendere l’attuale limite dei 300 metri di distanza da luoghi sensibili almeno a un raggio non inferiore ai 500 metri; costituire nel più breve lasso di tempo le premesse legisliative nell’ambito delle leggi urbanistiche, sui pubblici esercizi e sul gioco lecito affinché i Comuni possano adottare direttamente provvedimenti di limitazione o divieto di collocazione di apparecchi da gioco in un raggio non inferiore ai 300 metri da luoghi sensibili; promuovere attraverso il monitoraggio del numero e della tipologia degli apparecchi da gioco installati e la loro progressiva rimozione, comunicandone peridicamente gli esiti al consiglio provinciale; prevedere interventi finalizzati alla prevenzione, cura e riabilitazione dei soggetti affetti da patologia da gioco compulsivo».

Commenta su Facebook


Realizzazione sito