Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Barbato (Idv), accorpamento AAMS – Dogane ‘Scelta scellerata, è un semplice regalo ai concessionari’

In: Apparecchi Intrattenimento

7 agosto 2012 - 09:45


barbatojamma

Barbato (Idv): ‘Il Governo s’impegni a monitorare le modalità di accorpamento AAMS-Dogane’

 

(Jamma) Nella seduta di ieri alla Camera durante la discussione degli emendamenti presentati dall’Idv l’on Francesco Barbato ha illustrato la proposta emendativa che prevedeva di intervenire sugli esodati trovando la copertura finanziaria dai giochi. “Insomma – ha dichiarato l’on. Barbarbato – in questo settore vi abbiamo detto di mettere mano, per far cassa e pagare agli esodati quanto previsto in quest’anno e negli anni successivi (…) ma ahimè, un Governo non legittimato dagli italiani, un Governo non all’altezza, cosa fa? Su questo settore dei giochi – manco a farlo apposta – prevede, nell’accorpamento delle agenzie fiscali, che AAMS, cioè l’Azienda autonoma dei monopoli di Stato, venga incorporata nell’Agenzia delle dogane. Vi è quindi una scelta quanto meno scellerata, perché i monopoli di Stato sono una parte di questo Stato, della pubblica amministrazione che serve, e che, soprattutto, sta dando delle risposte efficaci nel contrastare e nel controllare il settore dei giochi. Si tratta di un settore che è in continua evoluzione, ed essa ha un grandissimo know-how, anche perché oggi si avvale di esperienze tecnologiche, di studio, di analisi e di ricerche informatiche. È questa la ragione per la quale tale scelta è davvero in stridente contrasto con un eventuale accorpamento con l’Agenzia delle dogane.

Infatti, potrebbe anche andar bene per quanto riguarda le accise e i tabacchi, ma non per quanto riguarda il settore dei giochi. Non è coerente questa scelta, anzi, addirittura, non dobbiamo dimenticare, signori del Governo, che l’Azienda autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) ha ogni anno un bilancio in positivo, perché ogni anno, fino al bilancio dello scorso anno, al 31 dicembre 2011, i monopoli di Stato hanno chiuso con un avanzo di amministrazione di circa 250 milioni di euro. Allora, che fa questo Governo? Anziché potenziare quei settori che servono operativamente per contrastare un settore quale quello dei giochi – questo settore immorale e antisociale, che sappiamo quanti guasti crea nella società – smantella il settore di AAMS.

“Delle ludopatie – prosegue l’onorevole – tutti qui ne parlano, però, quando bisogna poi attrezzarsi per contrastare e per eliminare queste anomalie e queste storture che abbiamo nella società, poi non lo facciamo. Anzi, addirittura, uno dei pochi rami che funzionano e che hanno anche un utile di bilancio, lo annulliamo, lo cancelliamo e lo incorporiamo nell’Agenzia delle dogane. Questo, per la verità, è il più grande regalo per i concessionari dei giochi, i quali stanno stappando bottiglie di champagne, perché il contrasto, in questo modo, non lo avranno più come lo hanno avuto sinora dall’Azienda autonoma

dei monopoli di Stato, che ha avviato anche delle collaborazioni con la magistratura, con la Direzione nazionale antimafia e con le procure, perché non dobbiamo dimenticare tutto quello che si muove poi, parallelamente, al settore dei giochi. Infatti, vi è un canale di attività e di giochi illeciti e clandestini ancora in corso. Ecco perché era più opportuno potenziare e istituire, come pure aveva voluto il Parlamento, l’Agenzia dei monopoli di Stato, e non invece accorparla, con il provvedimento sulla spending review, senza ottenere alcun risparmio – perché, in pratica, le risorse saranno ancora tutte

lì così come il personale – e non vi sarà alcun risparmio. Si tratta semplicemente di un regalo che questo Governo, (…) per l’ennesima volta, ai concessionari dei giochi, al mondo dei giochi.

Ancora una volta i poteri forti hanno un regalo e questa volta in modo ancora più clamoroso perché, anziché potenziarlo, annullano questo settore. Ma d’altronde, in questa spending review abbiamo visto

come funzionano i regali ai grandi potentati.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito