Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Firenze. Ticket redemptions come slot machine, chiesta la rimozione

In: Apparecchi Intrattenimento, Automatico, Cronache

2 agosto 2012 - 16:08


ticket_redemption

(Jamma) Firenze. Non è una vera e propria sala giochi ma un padiglione di una struttura polifunzionale di Firenze che ha all’interno giochi riservati ai più piccoli. Peccato che accanto ad apparecchi di puro intrattenimento siano installati ticket redemptions, macchine assolutamente regolari che non erogano denaro ma ticket. Tanto è bastato da suscitare la preoccupazione di alcune mamme di quartiere che le hanno paragonate a delle vere e proprie slot machine, per i più piccoli però.

“Non è azzardo – ha dichiarato la titolare della struttura -, questi giochi non prevedono vincite in denaro e comunque sono autorizzati, abbiamo vinto il bando del Comune per l’occupazione di suolo pubblico come spettacolo viaggiante, e il permesso per il padiglione di intrattenimento con le attrezzature consentite dal ministero».

Anche se tutto in regola le congiere perUnaltracittà, De Zordo e Alberici, hanno già presentato una mozione con la quale impegnano il primo cittadino:

Ad effettuare dei controlli presso la struttura xxx al fine di verificare il mantenimento dei requisiti, da parte dei gestori, dei termini del bando “per l’occupazione di suolo pubblico come spettacolo viaggiante”

A verificare che gli stessi gestori siano in possesso delle necessarie autorizzazioni di legge in materia di licenza ed ubicazione di slot-machine in aree frequentate da bambini nonché delle regole sull’affissione di insegne che incitano alla vincita ed al gioco nei medesimi luoghi

A verificare che l’attività all’oggetto non sia comunque in contrasto con le leggi di protezione e tutela dell’infanzia

A far provvedere alla rimozione di tali dispositivi ed alla loro eventuale sostituzione con dispostivi/meccanismi di cui sia chiaro l’intento esclusivamente ludico

A far provvedere alla rimozione di insegne che incitano al gioco ed alla vincita di premi sfidando la fortuna

A verificare che nel territorio comunale non vi siano altri dispositivi equivalenti a slot-machine per bambini.

 

«Faremo subito una verifica – ha dichiarato l’assessore allo sport Nardella – e se davvero risulterà che quei giochi inducono i bambini a sfidare la fortuna, quando anche fossero previsti dalla legge andranno considerati discutibili e inopportuni». Con quali conseguenze, «sarà da stabilire in sede politica», magari insieme a tutti gli altri Comuni.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito