Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Eduardo Antoja apre i lavori di Euromat Gaming Summit

In: Automatico, Primopiano

28 maggio 2015 - 09:19


antoja

(Jamma) – Con il discorso di apertura dei lavori del presidente di Euromat Eduardo Antoja, si è dato il via all’Euromat Gaming summit. Antoja, già presidente onorario della federazione, torna a presiedere l’organizzazione più rappresentativa dell’industria europea.

 

”Sono onorato di essere qui- ha detto il Segretario di Stato alla giustizia Klass Dijkhof- questa è una industria vivace, un settore che crea lavoro”.

”Ogni giorno la gente gioca. L’ esperienza , quello che il grande Dostoyevsky racconta nel suo romanzo ci deve far riflettere. E’ nell’ interesse di tutti , giocatori, l’industria e il governo, stabilire dei gonfini all’interno dei quali restare al fine di tutelare se stessi.” Se entriamo in un vecchio casinò abbiamola sensazione che tutto sia rimasto come ai tempi del grande scrittore, ma il mondo del gaming è estremamente dinamico.

 

Oggi molte persone giocano online, tantissime sono interessate ai giochi di abilità. Le vincite e le perdite non sonommisurate solo in monete. Governo e industria del gioco devono lavorare per anticipare e rispondere a fenomeni come questo.
La politicasui giochi deve essere ripensata, il nosto ministero ha lavorato molto su questi temi. Ogni settore dell’industria del gaming è direttamente interessate da queste riforme.

 

Gli obiettivi sono sempre gli stessi. Un’industria sana. Divertimento sano e profitti. Questo significa assumersi la responsabilità di proteggere i consumatori dalla dipendenza, la frode e la criminalità.

Ciò che è cambiato è il nostro approccio al raggiungimento di questi obiettivi.

In passato, il governo ha limitato la fornitura legale, spesso attraverso i monopoli. In futuro, ci permetterà una maggiore libertà, con norme eque che si applicano a tutti. E dal 2012 abbiamo avuto un organismo di controllo forte che ha il potere di far rispettare queste regole: la Gaming Authority.

Questo è un bene per i consumatori ed è beneper l’industria. Perciò faremo nei prossimi anni un percorso in questa direzione.

Cominciamo con il gioco a distanza. Circa un milione di persone nei Paesi Bassi gioca online. Questo non è sorprendente, dal momento che una partita di poker o di backgammon è a un solo click di distanza.

Ma questi siti e applicazioni non sono regolamentati. Non forniscono giocatori protezioni adeguate contro la dipendenza, la frode e la criminalità. E i fornitori non pagano la tassa sui giochi d’azzardo. Si capisce che questo è particolarmente importante per il governo!

So che alcuni di voi sono critici su questa politica, Ma il vostro settore è stato legalizzato nel 1980 con lo stesso obiettivo in mente: proteggere i consumatori. Il servizio attivo di cura è una condizione per business sostenibile.

So anche che il tasso di imposta diverso è un tema caldo. E questo sarà senza dubbio oggetto di accesi dibattiti in parlamento – non da ultimo perché il vostro settore ha diversi parlamentari che se ne occupano.

Lasciatemi dire questo. Siamo in una fase di transizione. E la transizione non è mai facile per nessuno. Non per i giocatori, non per i fornitori terrestri e non per i fornitori on-line, l’autorità di vigilanza o del governo: tutti noi vogliamo un mercato sano, con regole chiare.”

Per Euromat quella di oggi è l’occasione per dare voce ad un settore, quello dell’apparecchio da intrattenimento, oggi speesso oggetto di politiche restrittive estremamente penalizszanti. Jamma Magazine , media partner dell’evento, è presente come unico ed esclusivo rappresentante della stampa italiana di settore.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito