Cerca nel sito
Facebook Twitter App Android App iOS Contattaci RSS
 

Sale giochi. Per il Tar i limiti d’orario devono essere giustificati da motivi di ordine pubblico

Roma. Vella (Api): Allarme gioco d’azzardo patologico in via Tiburtina

 

Tar Lombardia. Nessun limite orario per le slot 

 

(Jamma) Niente limiti d’orario per una sala giochi a meno che l’Amministrazione Comunale non dimostri la sussistenza di “comprovate esigenze di tutela dell’ordine e/o della sicurezza pubblica, nonché del diritto dei terzi al rispetto della quiete pubblica”. E’ con questa motivazione che i giudici del Tar Lombardia hanno accolto la domanda di sospensione cautelare del provvedimento del Comune di Milano con il quale vengono fissati orari di apertura e chiusura per una sala giochi . (altro…)

Circoli e locali pubblici, sempre necessaria la licenza art. 86 del Tulps per installare apparecchi da intrattenimento

 Sale giochi. Il Tar Veneto ribadisce la potestà dei comuni di intervenire nell’ambito pianificazione in sede di conferenza unificata

 

(Jamma) In nessun locale, che sia esercizio pubblico o circolo privato, può essere esercitata attività di svago a mezzo apparecchiature e congegni automatici in assenza di licenza ai sensi dell’art. 86 del T.U.L.P.S. E’ quanto hanno stabilito i giudici della V Sezione del Consiglio di Stato accogliendo il ricorso con il quale il Comune di Villa Literno chiedeva la riforma della sentenza del Tar Campania che aveva bocciato un provvedimento di chiusura di un locale. (altro…)

Sale giochi. Per il Tar Veneto l’obbligo di distanza dai luoghi sensibili deve essere previsto da norma nazionale

 

Scarica il testo integrale della sentenza a questo link sentenza Tar Vicenza

(Jamma) Con la sentenza n. 578/2013, la III Sezione del TAR del Veneto ha accolto il ricorso promosso dagli avv.ti Franco Zambelli e Gianfranco Fiorentini contro il Comune di Vicenza annullando il regolamento comunale per l’apertura delle sale da giochi e le norme tecniche attuative dello strumento urbanistico che prescrivevano limiti di distanze dei locali adibiti alle attività del gioco e delle scommesse dai luoghi ritenuti sensibili dalla Amministrazione comunale. Annullamento giustificato dal principio, ricavabile dal d.l. n. 158/2012, secondo cui gli strumenti pianificatori di contrasto alla ludopatia devono essere decisi a livello nazionale o comunque inseriti nel sistema della pianificazione nazionale. (altro…)

Genova. Dopo la protesta di don Gallo, il comune blocca l’apertura della nuova sala giochi

Confindustria sistema gioco italia si dissocia dalla campagna pubblicitaria sulla sala di Genova

 

Genova. Doria: ‘Contro il gioco serve una nuova legislazione nazionale’

 

(Jamma) Dopo la protesta che in poche ore ha raccolto le adesioni di Don Gallo, la Comunità di San Benedetto, partiti ed associazioni, il Comune di Genova ha deciso di bloccare l’inaugurazione della sala giochi con slot machine sul lungomare di Pegli dove era attesa anche la ‘madrina’ Nicole Minetti. (altro…)

Milano. Limiti orari per sale giochi e sale scommesse

(Jamma) A Milano i negozi sono liberi di aprire e chiudere, ma entro certi orari. Tuttavia per le sale gioco e le sale scommesse gli orari vengono limitati alla fascia oraria compresa tra le dieci e l’una, in modo da tutelare e arginare il fenomeno della ludopatia, ovvero la dipendenza dal gioco.  (altro…)

Apparecchi per il gioco lecito: le modifiche all’art.110 TULPS e i dubbi interpretativi

Vlt: continua la crescita del parco macchine Codere. Stabile quello delle awp

 

UK. Operatori del Bingo delusi per mancata riduzione imposte

 

 

(Jamma) Le recenti modifiche apportate dal legislatore alla normativa in materia di apparecchi da intrattenimento non manca di sollevare dubbi circa la loro interpretazione. A tale proposito pubblichiamo un interessante contributo della dottoressa Elena Fiore , pubblicato su Ufficio Commercio “ Si evidenzia- scrive la dottoressa Fiore-  che la legge 24 dicembre 2012, n. 228, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013).” ha modificato, ancora una volta, l’art.110 del TULPS, ma alcune di queste modifiche sollevano alcuni dubbi interpretativi; in sintesi: (altro…)

Pisa. Il parroco di Casciana Terme avvia petizione contro la nuova sala giochi

(Jamma) Sostenuto da numerosi cittadini, il parroco di Casciana Terme (Pisa) Angelo Foschi ha organizzato una petizione per dire no all’apertura di una nuova sala giochi. (altro…)

Roma. Paolo Voltaggio: ‘Contro il gioco seguire allarme Anci e mettere dei paletti’

AAMS. Annullati Gratta e vinci oggetto di furto

 

Asti. Gdf sequestra 10 apparecchi irregolari

 

Casinò di Venezia. Ravà alla ricerca di un uso diverso dell’ex Casinò del Lido

 

(Jamma) “La grave crisi economica e del mondo del lavoro sta trasformando il gioco d’azzardo in una delle cause principali dell’usura (…) Quella delle videolottery e delle sale da gioco è stata una liberalizzazione selvaggia nella quale i sindaci si sono trovati in una situazione grave, legata alla salute e all’ordine pubblico, senza possibilità di intervenire. (altro…)

Genova. La mobilitazione dei cittadini ferma l’apertura di una nuova sala giochi

(Jamma) Genovesi in rivolta contro l’ennesima sala giochi aperta in città. Ma questa volta la raccolta firme ha spinto l’amministrazione comunale ad intervenire e i cittadini sono riusciti a bloccare i lavori. (altro…)

Realizzazione sito
Video Giorgetti
Sondaggio del mese

Sai come procedere nelle operazioni di raccolta rispettando le norme antiriciclaggio?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...
IMG2
Avvertenze Balduzzi