Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo patologico. Antoja (Euromat): “Tutte le imprese di settore dovrebbero avere un Piano di Responsabilità Sociale”

(Jamma) Si è svolto ieri a Barcellona il X Congresso dell’Associació Catalana d’Addiccions Socials presso il Museo Marittimo di Barcellona. L’evento ha riunito tutti i soggetti coinvolti dal fenomeno del gioco d’azzardo, le imprese di settore, le amministrazioni, il mondo accademico e gli utenti. (altro…)

Umbria. Consiglio Regionale, nessuna verifica su attuazione norme anti-slot. Nevi : “La giunta non tiene in considerazione le deliberazioni dell’Assemblea”

(Jamma) Il Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sull’amministrazione regionale, presieduto da Raffaele Nevi, si è riunito nel pomeriggio a Palazzo Cesaroni, sede dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, per proseguire nell’attività di controllo sull’attuazione degli atti approvati dall’Aula. (altro…)

Basilicata. Modifica alla legge regionale sulle sale giochi: autorizzazioni valide 5 anni solo se rispettano distanza 500 mt da luoghi sensibili

(Jamma) Il Consiglio Regionale della Basilicata ha approvato un emendamento presentatato il 2 febbraio scorso dal consigliere pentastellato Giovanni Perrino con il quale si interviene sull’art 6 della legge regionale n. 30/2014 recante “Misure per il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico (G.A.P.)” stabilendo che le sale da gioco già provviste di autorizzazioni alla data di entrata in vigore della legge (29/10/2014, in quanto pubblicata (altro…)

Poker texano abusivo, 16 denunciati nel Torinese

(Jamma) Sedici denunciati, il presidente e 15 giocatori colti sul fatto, per gioco vietato: è il bilancio di un’operazione della polizia di Torino in un circolo privato di Moncalieri, dove è stato scoperto un torneo clandestino di poker texano. Gli agenti hanno accertato che gli iscritti avevano pagato una quota di 70 euro. Il presidente del circolo, un italiano di 62 anni, è stato anche multato di 12mila euro per l’uso di due telecamere non segnalate e per la mancanza di materiale informativo volto ad evidenziare i rischi correlati al gioco.

Cassazione. “Legittima la sanzione al titolare di esercizio pubblico negligente se la tabella dei giochi proibiti non risulta visibile”

(Jamma) Legittima l’ammenda contestata al titolare di un esercizio pubblico per il reato di cui all’art. 221 T.u.l.p.s. per avere, quale gestore di un bar, omesso di esporre la tabella dei giochi proibiti
ex art. 110, comma 1, dello stesso T.u.l.p.s. anche se lo stesso esercente si difende sostenendo che la tabella era stata coperta, per circostanze non dipendenti dall’imputato, da altri documenti. La Corte di Cassazione ha infatti escluso la sussistenza dell’ipotesi del caso fortuito “posto che incombeva sull’imputata l’obbligo di far sì che la tabella, posta all’interno dell’esercizio, fosse visibile”. (altro…)

Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi