Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Giochi buoni e giochi cattivi: SICON accusa il Comune di Napoli di alterare il mercato

In: Scommesse

2 settembre 2016 - 11:44


gratta-ric

(Jamma) – L’associazione SICON invita e diffida il Comune di Napoli ad applicare gli effetti del Regolamento Sale da Gioco e Giochi Leciti nei confronti di tutti gli esercizi che vendono Giochi Leciti e quindi anche nei confronti degli operatori che esercitano il gioco del Lotto, il 10&Lotto, i Gratta e vinci e le Lotterie, prefiggendosi “il Comune di Napoli …, … l’obiettivo di garantire che la diffusione dei locali in cui si pratica gioco lecito avvenga … limitando le conseguenze sociali dell’offerta dei giochi su fasce di consumatori psicologicamente più deboli, …” (art.2)
Con un documento inviato il 31 agosto SICON pone in evidenza il diverso trattamento riservato dall’amministrazione nei confronti di giochi di diversa tipologia e, soprattutto, nei confronti delle aziende che si occupano di gestire sul territorio giochi dello stesso portafoglio pubblico ma considerati “cattivi”.
“In caso contrario – minaccia SICON – si agirà nelle opportune sedi competenti (in particolare quelle giudiziarie) per la tutela dei diritti e degli interessi legittimi di cui è portatore (sia in sede civile che penale e amministrativa), nonché per risarcimento di tutti i danni subiti e subendi, con aggravio di spese a Vostro carico, in virtù della riconducibile “intesa” (qualora non si adottino i necessari provvedimenti nei confronti dei sopra individuati soggetti) finalizzata “de facto” all’alterazione del mercato in favore degli esercizi che propongono al pubblico giochi leciti senza avere divieto di accesso ai minori e degli operatori che offrono al pubblico il gioco del Lotto, il 10&Lotto, i Gratta e vinci e le Lotterie a danno delle altre categorie di operatori (sale da giochi, sale dedicate alle VLT, sale scommesse, sale bingo, ai negozi dedicati al gioco)”.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi