Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Brexit. I bookmaker hanno sbagliato le loro previsioni ma gli incassi sono andati bene

In: Scommesse

24 giugno 2016 - 12:28


brexit

(Jamma) Mattinata nera in Borsa anche per gli operatori di gioco con sede nel Regno Unito. Tre dei principali operatori del Regno Unito hanno visto il valore delle azioni crollare sulla scia del voto che ha decretato l’uscita del Paese dall’Unione Europea.

 

Con una maggioranza del 51,9% dei 33,6 milioni di elettori gli inglesi hanno deciso di non aderire più all’UE, mettendo fine a quella accordo risalente al 1973 quando ancora si parlava di Comunità economica europea.

Le azioni di Ladbrokes hanno aperto a 117p, in calo del 10%, mentre il valore di Paddy Power Betfair è sceso del 25% a quota 6,550p .

Per William Hill, il prezzo delle azioni era sceso da 300p a 237p durante la notte .

Fortunatamente la tendenza ora sembra essersi invertita anche grazie all’aumento delle transazioni Ladbrokes ha registrato un valore fino122p, le azioni di Paddy Power Betfair e William Hill sono state scambiate rispettivamente a 8,477p e 279pp.

Il risultato del referendum è andato contro i pronostici indicati dai bookmaker, per i quali il giorno prima possibilità di uscire era data 3/1.

Matthew Shaddick di Ladbrokes ha dichiarato : “Certo, abbiamo cavalcato l’ondata del detto ‘i sondaggisti sono in tutti i luoghi, seguono i soldi’, ‘, abbiamo perso diverse opportunità di evidenziare le potenziali insidie di quando si parte del presupposto che il favorito vinca sempre.

“La verità è che bookies non offrono le socmmesse su eventi politici per aiutare le persone a capire cosa succederà . Lo facciamo per un profitto (o almeno per non perdere troppo) e in questo senso, questo voto ha funzionato molto bene per noi.

“Nessuno in Ladbrokes avrà da dire sulle capacità di prevedere gli esiti del voto, interessa solo sapere se abbiamo guadagnato.”

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi