Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Puglia, l’ex presidente del consiglio regionale Introna: “Basta immobilismo, tempi maturi per attuazione legge no slot”

In: Politica

13 maggio 2016 - 15:45


Introna

(Jamma) – “Rivendico con forza alla nostra Regione la primogenitura nell’adozione di una legge di grande civiltà giuridica (la n. 43/2013 per il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico), che risponde a un’esigenza sollecitata da parti della società civile. Dopo l’approvazione, non è successo niente in Puglia. Nemmeno nella regione che aveva precorso i tempi si è dato concretezza alle previsioni No Slot” così l’ex presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna (foto).

 

“Penso che ora però siano maturi i tempi per passare all’attuazione, visto che la “lobby” che lucra sull’azzardo non riesce più a sterilizzare il movimento positivo delle regioni, dei parlamentari e dei cittadini, di tutti i soggetti  che si impegnano contro questa vera piaga sociale. Anche il Ministero dell’istruzione ha previsto uno stanziamento per progetti di educazione anti-gambling nelle scuole. Allontaniamo le sale gioco dai minori, dai soggetti deboli, dagli anziani. La legge pugliese – prosegue Introna – prevede tra l’altro distanze minime da siti sensibili: non meno di 500 metri da scuole, ospedali, luoghi di culto e centri di aggregazione giovanili. E non trascura azioni preventive, di informazione ed educazione ma anche di terapia dei giocatori d’azzardo patologici, che impoveriscono se stessi e le famiglie. La Regione prenda l’iniziativa, sarebbe auspicabile sollecitare l’attivazione del Comitato della Sicurezza da parte del prefetto di Bari, con all’ordine del giorno un confronto con le Forze dell’Ordine sui contenuti della legge e sulle modalità urgenti di una concreta attuazione” conclude Introna.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi