Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Pensioni, Nencini (PSI) chiede di rivedere la Fornero: “I soldi si possono trovare tassando gioco d’azzardo”

In: Politica

18 aprile 2016 - 09:42


nencini

(Jamma) – Dalla riforma pensioni fino all’amnistia e all’indulto. Diversi i punti della prima relazione di Riccardo Nencini rieletto segretario nazionale del Partito socialista italiano.

 

Tra le diverse proposte sul fronte economia e lavoro, il Psi propone la rivisitazione della legge Fornero sulla previdenza. Sul punto Nencini la pensa come il presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, della minoranza del Pd, secondo il quale ci sono le coperture finanziaria per poter procedere con le modifiche alla legge Fornero in direzione di nuove forme di flessibilità in uscita per l’accesso ai prepensionamenti a partire da 62 anni, seppur con lievi penalizzazioni sui trattamenti previdenziali.

 

“Non costerebbe delle cifre straordinarie – ha detto il segretario del Psi – mandare in pensione i neo pensionati”. Diverse, tuttavia, le cifre indicate da Nencini rispetto a quelle di Damiano e a quelle del presidente dell’Inps Tito Boeri. “Costerebbe – ha detto il leader socialista – un miliardo e 400 milioni. Una cosa fattibile – ha aggiunto parlando della flessibilità in uscita – se si tiene conto che il sistema pensionistico italiano costa 270/275 miliardi. I soldi – ha sottolineato secondo quanto riferisce l’Ansa – si possono trovare tassando il gioco d’azzardo”.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi