Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ippica, Olivero (Mipaaf): “Aperto confronto con Mef e Adm per predisporre provvedimenti attuativi”. Guidesi (Ln): “Attendiamo che si passi ai fatti”

In: Ippica, Politica

4 ottobre 2016 - 17:01


Andrea Olivero

(Jamma) – “La legge n.154 del 2016, il cosiddetto «collegato agricolo», all’articolo 15 ha previsto una nuova delega al Governo per il riassetto delle modalità di finanziamento e di gestione dell’attività di sviluppo e promozione del settore ippico nazionale. Al momento abbiamo aperto il confronto con il Ministero dell’economia e delle finanze nonché con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli per la predisposizione dei provvedimenti attuativi”.

 

Così in Aula alla Camera il vice ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Andrea Olivero, rispondendo all’interrogazione presentata dal deputato Guido Guidesi (Lega Nord) sulla riforma del settore ippico.

 

“In tal senso è stata prevista una generale rivisitazione della materia delle scommesse ippiche e l’individuazione di un apposito organismo a cui saranno affidate le competenze oggi in capo al MIPAAF, l’organizzazione degli eventi ippici nonché la ripartizione e la rendicontazione delle risorse destinate alla filiera. Per i primi cinque anni dalla costituzione del predetto organismo è comunque prevista una qualificata partecipazione di rappresentanti del MIPAF e del Ministero dell’Economia e delle Finanze e successivamente la costituzione di uno specifico organo di vigilanza sulla gestione dell’organismo in parola” ha aggiunto Olivero.

 

“La riforma verte in particolare sul riordino dei prodotti di scommessa ippica, con la rivisitazione delle relative aliquote e il conseguente atteso incremento del gettito erariale e sulla progressiva riduzione dei finanziamenti pubblici derivanti da altre fonti di gettito diverse dalle scommesse ippiche. In tale direzione, al fine di consentire al comparto di posizionarsi meglio sul mercato nazionale ed internazionale, saranno predisposte le condizioni organizzative e funzionali per una riorganizzazione da attuare anche attraverso la revisione e il rilancio dei sistemi di finanziamento correlati alle scommesse” ha concluso Olivero.

 

“Noi attendiamo che si passi ai fatti perché il settore dell’ippica è un comparto che ha una filiera molto, molto elevata e questa filiera è in gravissima crisi, come ben sappiamo, una crisi dovuta essenzialmente alla gestione, magari alla scarsa attenzione che c’è stata negli ultimi periodi, soprattutto anche da parte del Governo, ma rispetto anche al fatto che manca di gettito e di risorse” ha replicato Guidesi (Ln). “Manca di gettito da parte delle scommesse, per cui manca di credibilità e non è attrattiva per i vari sponsor, ha bisogno di una riforma vera. Sappiamo della delega che è stata inserita nel collegato agricoltura, noi vi invitiamo a fare presto, a fare in fretta perché ci sono parecchi soggetti del comparto e della filiera che purtroppo hanno chiuso e che non hanno più un lavoro. Noi crediamo che quel settore e quel comparto debba assolutamente essere tutelato e rilanciato. Il Governo ha la possibilità di farlo, noi cercheremo di dare il nostro contributo, speriamo lo facciate nel minor tempo possibile perché la cosa sta diventando veramente urgente” ha concluso il deputato della Lega.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi