Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Guadagnini (Siamo Veneto): “Regolamentare prostituzione, si incasserebbe quanto lo Stato ottiene già con il gioco d’azzardo”

In: Politica

10 agosto 2016 - 17:07


guadagnini_ridotta

(Jamma) – Antonio Guadagnini (Siamo Veneto) ha presentato quest’oggi una proposta di legge nazionale depositata in Consiglio regionale per la regolamentazione della prostituzione e in cui viene incluso anche il gioco d’azzardo.

 

«Per quale motivo lo Stato sfrutta l’azzardopatia per fare cassa e non usa il meretricio?» Si chiede Guadagnini che continua: «in Italia le prostitute sono dalle 50 mila alle 70 mila, con un giro d’affari stimato sui 25 miliardi. Mi riferisco a dati diffusi dalla Camera dei Deputati: se si imponesse l’Iva sui proventi della prostituzione, questo ammonterebbe a 5 miliardi di euro, pari a quanto oggi lo stato incassa con il gioco d’azzardo».

 

Guadagnini ha ricordato come nel 2010 la Corte di Cassazione stabilì che «la prostituzione fra adulti deve essere soggetta a tassazione. Il pronunciamento della Corte invita a regolamentare il settore – spiega il presidente di SiamoVeneto – Nella nostra proposta di legge nazionale, che mi auguro venga discussa al più presto in Consiglio regionale dove esiste una sensibilità al tema visto anche iniziative analoghe alla mia avanzate anche dal Movimento 5Stelle, prevediamo anche pene severe e rigide, anche l’ergastolo, per costringe in schiavitù le persone, chi sfrutta i minorenni e anche chi si dà al turismo sessuale» conclude Guadagnini.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi