Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo. Commissione Europea: “L’Italia ha già adottato misure in materia di pubblicità”

In: Politica

5 maggio 2016 - 12:26


parlamento eu

(Jamma) Il Governo italiano, con la Legge di Stabilità 2016, ha provveduto a recepire le raccomandazioni della Commissione Europea relativamente alla pubblicità ai servizi di gioco d’azzardo. E’ quanto fa sapere la Commissione Eu rispondendo alla petizione presentata al Parlamento Europeo da un cittadino italiano. La Commissione spiega di essere impegnata a migliorare costantemente la salute e la sicurezza dei cittadini europei contribuendo al modo a una crescita economica sostenibile.


La fornitura di servizi di gioco d’azzardo non è soggetta a
d una legislazione europea specifica . La direttiva sulle pratiche commerciali sleali proibisce pratiche commerciali sleali, ingannevoli ed aggressive rivolte ai consumatori e contiene una lista delle pratiche vietate in ogni circostanza. La direttiva tutela gli interessi economici dei consumatori . D’altro canto l’attività di gioco è regolata principalmente dagli Stati membri, nel rispetto del diritto comunitario. Attualmente, gli Stati membri possono, nei limiti stabiliti tra l’altro dal Trattato, come interpretato dalla Corte di giustizia dell’Unione europea, fissare gli obiettivi della loro politica sul gioco d’azzardo e definire il livello di protezione perseguito ai fini della tutela della salute dei consumatori.
Oltre alle norme nazionali in materia, la Commissione ha adottato il 14 Luglio 2014 una raccomandazione volta a migliorare la protezione dei consumatori e dei giocatori, e
a evitare che i minori giochino online .
Tale raccomandazione incoraggia gli Stati membri a fornire un elevato livello di protezione, per salvaguardare la salute dei consumatori e dei giocatori, e per impedire ai minorenni di essere leso o sfruttati da gioco d’azzardo. La raccomandazione invita gli Stati membri, tra l’altro
a:
– implementare
le procedure per verificare i conti dei giocatori e a chiudere il conto quando un giocatore risulta essere un minore;
– incoraggiare la visualizzazione di link a programmi di controllo parentale sui siti web di gioco d’azzardo;
-incoraggiare che le comunicazioni commerciali non vengono trasmess
e, visualizzate o facilitate:
(A)
su media, o programmi in cui si prevede che i minori siano il pubblico principale;
(B) su siti web
indirizzati a minori ;

(C) in prossimità di luoghi in cui minori normalmente trascorrono il tempo.
Lo scopo è garantire che le comunicazioni commerciali di servizi di gioco online rechino messaggi sui rischi del gioco d’azzardo per la salute , in modo pratico e trasparente.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi