Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Casalecchio (BO), emessa ordinanza per limitare gli orari delle slot

In: Politica

9 giugno 2016 - 16:46


slot-te

(Jamma) – Con l’ordinanza n. 99 del 6 giugno 2016, l’Amministrazione comunale di Casalecchio di Reno (BO) ha disciplinato gli orari di funzionamento degli apparecchi e congegni automatici con vincita in denaro, che si trovano presso bar, tabaccherie, alberghi, ristoranti, sale giochi o agenzie di scommesse.

 

Gli orari massimi di funzionamento sono fissati su tutto il territorio comunale dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 17,00 alle ore 22,00 di tutti i giorni, compresi i festivi. Al di fuori di questi orari è quindi responsabilità del titolare dell’autorizzazione di esercizio mantenere spenti i singoli apparecchi. Il titolare è inoltre tenuto ad esporre in una zona ben visibile un cartello con gli orari di funzionamento degli apparecchi e formule di avvertimento sui rischi e le sanzioni connessi alla pratica dei giochi con vincita in denaro. La violazione delle disposizioni dell’ordinanza è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 25,00 a un massimo di 500,00 euro.

 

“Con questa ordinanza cerchiamo di regolamentare un fenomeno cresciuto in modo preoccupante negli ultimi anni. Sempre più persone restano vittime del gioco compulsivo e di una vera e propria ludopatia che porta il giocatore e la propria famiglia a gravi implicazioni economiche e sul piano dei rapporti personali. I servizi Ausl, attraverso il Sert, segnalano un aumento esponenziale dei cittadini che si stanno rivolgendo a loro per uscire da queste situazioni. Regolare gli orari significa quindi inviare alla nostra città un segnale di forte preoccupazione e attenzione sulla salute e cercare di ridurre questo fenomeno soprattutto rispetto alle fasce deboli della popolazione, anziani, disoccupati e minori” ha detto il sindaco Massimo Bosso.

 

“Questa ordinanza è uno dei tasselli che l’Amministrazione Comunale ha messo in campo per contrastare il diffondersi del gioco d’azzardo patologico. Consapevoli del fatto che non è sufficiente, abbiamo investito in prevenzione con progetti mirati per le scuole del territorio e per le imprese ed i lavoratori. Auspichiamo che il Governo, come anticipato, metta mano alla riorganizzazione di tutto il settore riducendo in modo significativo le opportunità di gioco. È infatti dimostrato dai dati che il diffondersi delle occasioni di gioco e la facilità di accesso generano un aumento dei giocatori patologici. Una comunità che intende definirsi tale non può non farsi carico del problema che ha enormi ripercussioni socio-economiche sui propri cittadini. Per sostenere gli esercizi commerciali che decideranno di dismettere le slot-machines abbiamo predisposto agevolazioni tributarie (- 10% di TARI a chi, pur potendo, non installa slot e richiede il marchio Slot FreER, – 95% per tre anni a chi dismette le slot) e stiamo ragionando di progetti di promozione per sostenere questa scelta etica e sociale” ha aggiunto l’assessore al Welfare, Massimo Masetti.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi