Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bordighera (IM), Confcommercio: “Pronti a far funzionare le slot solo dalle 9 alle 19”

In: Politica

9 agosto 2016 - 09:55


Slotminori

(Jamma) – La Confcommercio non solo aderisce alla battaglia comunale contro la ludopatia ma rilancia: «Pronti a far funzionare le slot solo dalle 9 alle 19» riducendo di un’ulteriore ora l’apertura delle sale giochi e delle attività connesse rispetto a quanto stabilito (10-23) dal nuovo regolamento discusso nell’ultimo consiglio comunale su iniziativa di Progetto Bordighera ed al quale ha aderito anche la minoranza.

 

La proposta è emersa durante la commissione turismo (convocata ieri mattina a Palazzo Garnier dal sindaco Giacomo Pallanca), formulata da Angelo Serianni, rappresentante delle 13 tabaccherie locali, e condivisa da Gianluca Berlusconi presidente di Confcommercio. Assente, invece, la Confesercenti nonostante l’invito comunale, ma ciò non ha impedito agli operatori ed all’amministrazione di raggiungere l’accordo in breve tempo, accordo che dovrà ora ritornare in consiglio proprio in seguito alle modifiche adottate ieri in commissione. «Con il nuovo orario – spiega Serianni – si eviterà che proprio durante momenti conviviali in famiglia come pranzi e cene i giocatori abbandonino i figli per divertirsi con le slots ». Anche se il nuovo orario mattutino non bloccherà del tutto l’accesso alle sale giochi e alle macchinette delle tabaccherie e dei bar da parte degli anziani, molti dei quali, purtroppo, già oggi, all’apertura degli esercizi pubblici, fanno la fila per poter giocare gli ultimi spiccioli della pensione. «L’orario andava ridotto drasticamente – commenta Berlusconi – Ora si gioca 24 ore su 24. Inconcepibile. Ben venga un regolamento che limiti al massimo la ludopatia».

 

E per evitare che la decisione comunale e degli operatori del settore resti soltanto un fenomeno locale e non impedisca però ai giocatori di trasferirsi oltre i confini bordigotti per distruggere la propria vita aspettando una vincita che non arriverà mai il sindaco Giacomo Pallanca ha dato mandato all’ufficio commercio di convocare in Comune una riunione ad hoc invitando tutti i colleghi dei diciotto comuni del comprensorio intemelio affinchè adottino lo stesso regolamento restrittivo di Bordighera nei vari territori di competenza. «Sapendo che qui presto le slots potranno essere utilizzate con un orario ridotto è ovvio che il giocatore si sposterà nelle città vicine – commenta il primo cittadino – Dobbiamo impedirlo se vogliamo che la lotta alla ludopatia abbia davvero i suoi effetti». Non è escluso che la nuova regolamentazione adottata da Palazzo Garnier possa, comunque, interessare anche il Comune di Sanremo, che proprio di recente ha deciso di rimettere mano alla regolamentazione degli orari di apertura (oggi si può giocare alle slots dalle 9 alle 20) delle varie sale giochi e delle attività che mettono a disposizione le macchinette come bar e tabaccherie.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi