Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

A Bergamo regolamento contro il gioco d’azzardo: limiti orari per slot, scommesse e lotterie

In: Politica

27 maggio 2016 - 09:25


bergamo-1

(Jamma) – In arrivo a Bergamo un “Regolamento per la prevenzione e il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo lecito”. Il regolamento intende limitare gli orari di accesso a slot e vlt e pure – novità – scommesse, gratta e vinci e lotterie istantanee. 

 

Il regolamento la cui approvazione verrà annunciata oggi dalla Giunta, come detto, comprende anche i gratta e vinci: non si potranno vendere per sei ore al giorno, in tre diverse fasce. «Ci siamo accorti che sono in vendita praticamente ovunque». Supermercati, bar, tabaccherie: 2.113 punti nella provincia. 1,93 ogni mille abitanti, 2,73 ogni mille contribuenti e 7,94 ogni mille pensionati, «una densità superiore alla media regionale e nazionale», aggiungono dal Comune che punta sul regolamento salva reddito e salva famiglie, contro l’azzardo.

 

“In tre fasce orarie, quelle tradizionalmente dedicate alle relazioni interpersonali e familiari – spiega il sindaco Giorgio Gori -, sale vlt e scommesse saranno chiuse e apparecchi da gioco spenti, e le schedine delle varie lotterie istantanee non si potranno vendere dalle 7,30 alle 9,30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21 che tra l’altro è l’orario in cui, tra aperitivi e cene, l’uso di alcol porta a un gioco più sfrenato”. Ciò per i punti entro un raggio di 500 metri dai luoghi sensibili.

 

Con il nuovo regolamento anti-ludopatia il Comune si propone di salvaguardare “la salute pubblica, il risparmio familiare, la serenità domestica, l’integrità del tempo di lavoro, la sicurezza e il decoro urbani”. La novità è che il giro di vite stavolta riguarda tutto l’azzardo e non solo slot e affini. Si salvano dalla scure solo il bingo, che secondo la giunta Gori mantiene come “elemento preponderante” lo stare in compagnia, il lotto e il totocalcio “caratterizzati da modalità e tempistiche che esulano dal gioco compulsivo”. “Abbiamo scritto un regolamento inattaccabile”, assicurano in Comune.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi