Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bergamo. Ordinanza che limita orari per slot, scommesse e gratta e vinci: si parte il primo luglio. Addio a cartelli che pubblicizzano le vincite, arrivano quelli per l”autotest’

In: Politica

20 giugno 2016 - 09:49


bergamo-1

(Jamma) – Entrano in vigore a Bergamo le nuove regole che il sindaco Giorgio Gori ha varato per contenere il fenomeno del gioco d’azzardo. La strategia è a doppio binario: un regolamento operativo già da ieri e un’ordinanza che fissa gli orari in cui si potrà tentare la sorte.

 

In questo caso parte il primo luglio: no al gioco d’azzardo tra le 7,30 e le 9,30 del mattino, da mezzogiorno alle 14, la sera dalle 19 alle 21. “Mettere limiti al gioco – aveva detto Gori, dopo l’approvazione del regolamento all’unanimità – non è proibizionismo, ma gestione di un problema. Ce lo chiedono gli stessi cittadini. L’azzardo ancorché legale, è un problema che aggredisce i territori, soprattutto nella forma del cosiddetto ‘convenience gambling’, l’azzardo ‘facile’, semplice, a portata di mano e diffuso in luoghi che sarebbero deputati ad altro”.

 

Le norme si sommano a quelle regionali sui limiti di distanza dai luoghi sensibili. Valgono per videolottery, sale slot, macchinette in generale, scommesse di qualunque tipo, gratta e vinci e tagliandi simili. Sono esclusi invece Bingo (perché si gioca in compagnia), i più classici Lotto e Totocalcio, che solitamente prevedono “tempi più lunghi tra una giocata e l’altra e quindi non portano al gioco compulsivo”, oltre ai giochi tradizionali, bigliardo, calciobalilla, bowling, flipper, freccette e giochi da tavolo e di società, come dama, scacchi, Monopoli. Nonché Playstation, senza soldi in palio, si legge nel testo del regolamento, che obbliga gli esercenti anche a informare tutti dei pericoli del gioco d’azzardo.

 

A Bergamo, devono infatti sparire i cartelli che pubblicizzano le vincite. Al loro posto, arrivano i divieti per i minorenni e i cartelli di autotest: prima di avvicinarsi a una macchinetta, bisogna rispondere a tre domande, esposte in bella vista nella tabaccheria, bar o sala slot. “Hai mai detto a chi ami di aver vinto nvece avevi perso? Sei sincero quando dici quanto spendi al mese in slot e gratta e vinci? Ti sei già detto più di una volta che avresti smesso di giocare?”. Basta un sì, e scatta l’avvertimento: “Rischi di far male a te e alle persone che ti vogliono bene”. Segue numero verde di “azzardo bastardo”: 800447722.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi