Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Agliana (PT), a settembre tavolo di lavoro per stilare regolamento anti slot

In: Politica

1 agosto 2016 - 09:34


sala-slot67

(Jamma) – A settembre ad Agliana, in provincia di Pistoia, si aprirà un tavolo di lavoro allo scopo di definire un regolamento specifico per limitare la presenza di slot machine sul territorio. Le proposte saranno discusse e definite all’interno delle commissioni consiliari.

 

Un percorso analogo sarà intrapreso parallelamente a Montale, con l’obiettivo di giungere a regole omogenee nei due comuni confinanti. Ad annunciarlo, l’assessore a commercio e Polizia municipale del Comune di Agliana, Rino Fragai, chiamato rispondere alle interrogazioni presentate dai gruppi del Movimento 5 Stelle e di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale. Chiarimenti che le opposizioni hanno chiesto in seguito alla recente apertura di una sala Vlt, attiva 24 ore su 24. Un’apertura che ha riacceso la discussione sul gioco d’azzardo, già affrontata in consiglio comunale all’inizio del 2015, quando era stata approvata una mozione della maggioranza che si poneva l’obiettivo di prevenire e contrastare la dipendenza patologica dal gioco, prevedendo limitazioni sugli orari di apertura delle sale slot e sulla loro presenza nelle vicinanze di luoghi definiti “sensibili”, come scuole, parchi e chiese.

 

Un impegno che, alla luce dei fatti, hanno sottolineato i consiglieri del Movimento 5 Stelle, non ha avuto seguito. Ad ammettere che non sono stati fatti passi avanti dal 2015 nella limitazione del fenomeno slot e del gioco d’azzardo in generale sul territorio aglianese e che, in sostanza, alla mozione non sono seguite azioni concrete, è stato anche lo stesso Fragai. «Un problema, quello del gioco d’azzardo – ha chiarito – che ha il carattere di un allarme sociale». Oltre che sulle sale slot – ad Agliana, ha riferito l’assessore, c’è solo quella che si è recentemente insediata e che risponde alle norme – il consigliere Maurizio Ciottoli (Fratelli d’Italia – alleanza Nazionale) ha chiesto chiarimenti sui dispositivi disseminati in esercizi come bar e circoli. Dispositivi, ha risposto Fragai, rispetto ai quali non è stata fatta una ricognizione sul territorio.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi