Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gratta e vinci, l’Udicon: “Rimborsi per i tagliandi che violano normativa”

In: Lotterie

5 luglio 2016 - 10:57


scaletta-gratta-e-vinci

(Jamma) – “Combattiamo la ludopatia e la scarsa informazione”. Questo l’appello lanciato dall’Unione per la Difesa dei Consumatori che negli ultimi mesi ha dato avvio ad una campagna per combattere la malattia da gioco, molto spesso causata da una scarsa informazione. In particolare l’U.Di.Con., a seguito di opportuni controlli effettuati su alcuni tagliandi delle Lotterie Nazionali ha “riscontrato la mancanza di indicazioni previste della normativa in vigore: in base al decreto legge del 13 settembre 2012 n. 158, cosiddetto “decreto Balduzzi”, i tagliandi di gioco devono infatti riportare precise indicazioni e misure di prevenzione per contrastare la ludopatia.

 

In particolare, al comma 4 bis il citato decreto dispone che ‘la pubblicità dei giochi che prevedono vincite in denaro deve riportare in modo chiaramente visibile la percentuale di probabilità di vincita che il soggetto ha nel singolo gioco pubblicizzato. Qualora la stessa percentuale non sia definibile, è indicata la percentuale storica per giochi similari’. In concreto – prosegue l’U.Di.Con. – però i biglietti gratta e vinci immessi sul mercato non riportano tale indicazione e dunque manca la necessaria tutela del consumatore. Quest’ultimo infatti, solo se posto in condizione di rendersi conto delle reali probabilità di vincita, può fare una valutazione concreta e prendere una decisione consapevole.

 

L’associazione intende predisporre adeguate azioni di tutela a favore dei consumatori, richiedendo il rimborso dei biglietti lotteria emessi in violazione della normativa vigente, nonché il risarcimento del danno” conclude l’U.Di.Con.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi