Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Operazione Black Monkey di Bologna, la Cassazione rigetta il ricorso della Procura

In: Diritto

6 maggio 2016 - 08:41


aula_tribunale

(Jamma) – Partita ormai chiusa nel filone definito con il rito abbreviato nel processo Black Monkey a Bologna, che tra gli operatori del gioco ha visto il coinvolgimento di “Gino” Tancredi.
Quest’ultimo è stato imputato per partecipazione ad associazione a delinquere di natura mafiosa e di un unico reato scopo, la raccolta abusiva di gioco e scommesse legata all’utilizzo di software per il poker online.

 

Tancredi, assistito dagli avvocati Marco Ripamonti e Giovanni Sacchi Morsiani, è stato assolto in abbreviato dal Gup, con conferma della Sentenza anche in Corte d’appello di Bologna. La Procura di Bologna ha però avanzato ricorso in Cassazione, in particolare chiedendo anche nei confronti di altri imputati la riqualificazione dell’associazione semplice in 416 bis cp, ma all’udienza del 5 maggio 2016 la Suprema Corte ha confermato la pronuncia resa in appello, respingendo ogni ricorso e, così, confermando l’assoluzione del Tancredi, recentemente assolto anche dal Tribunale di Napoli in altro filone dell’inchiesta.

 

La pronuncia della Cassazione, sul tema della tipologia associativa, potrebbe ora avere anche un certo impatto sul filone dell’inchiesta al momento in primo grado con rito ordinario, con udienza al 12 maggio 2016.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi