Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Umbria. Terza Commissione: modifiche su sgravi IRAP per le sale gioco

In: Cronache

24 marzo 2016 - 10:30


Consiglio-regionale-umbria

(Jamma) Avviata l’istruttoria in Terza commissione del Consiglio Regionale dell’Umbria per il disegno di legge illustrato ieri pomeriggio dai funzionari della Regione: il provvedimento modifica le agevolazioni che la legge 21 del 2014 (“Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico”) concede a chi decide di non installare apparecchi per il gioco lecito, esponendo il marchio “no slot”: la riduzione dell’aliquota Irap sarà concessa esclusivamente agli esercizi che disinstallino le slot machine per il gioco lecito entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello cui si riferisce l’agevolazione.

La motivazione di tale modifica deriva dalla valutazione che, mentre gli esercizi che hanno installati apparecchi per il gioco e quelli che li disinstallano sono concretamente verificabili, al contrario l’intenzionalità di non installare tali apparecchi (come recita il testo della legge 21) non è comprovabile e potrebbe essere dichiarata, al fine di alleggerire il carico fiscale, anche da esercizi che non abbiano mai avuto l’intenzione di installarli. Altra modifica riguarda la collocazione delle sale da gioco per tutelare i soggetti maggiormente vulnerabili, quindi la distanza da scuole, strutture residenziali socio-sanitarie, centri sportivi o di aggregazione giovanile: il testo originario ha consentito interpretazioni non univoche da parte dei Comuni.

Laddove si diceva “distanza determinata dai Comuni entro il limite massimo di 500 metri”, si interviene ora uniformando  la distanza di 500 metri per tutto il territorio regionale.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi