Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Marocco. Nel 2015 la spesa per il gioco d’azzardo a +10%, nonostante il divieto di pubblicità

In: Cronache

11 marzo 2016 - 16:30


marocco

(Jamma) La spesa per il gioco d’azzardo nel 2015 in Marocco ha registrato un incremento del 10% , con un numero di giocatori in netta crescita tra i giovani e le donne. E’ uno dei dati che emrge dall’ultimo report sul mercato . Nonostante la decisione presa dal Ministero delle Comunicazioni di vietare la pubblicità del gioco d’azzardo su tutte le Tv nel 2012 e su radio e stampa più recentemente nel 2015, l’ industria del gioco d’azzardo sembra comunque aver registrato un incremento di circa il 10% del suo fatturato nel corso dell’ultimo anno.
Le aziende del settore hanno infatti cercato una alternativa alle forme di pubblicità vietate per decisione del governo, investendo su altri canali di comunicazione digitali. Con i clienti sempre più connessi a Internet, gli operatori sono riusciti ad attirare un gran numero di marocchini appartenenti alle diverse classi socio-professionali e di entrambi i sessi, registrando un forte successo soprattutto tra i giovani e le donne. In effetti, la Royal Society Horse (Sorec), il leader del mercato (74% della quota di mercato esclusi i casinò), che detiene il monopolio sulle scommesse ippiche (gioco preferito dai marocchini), fa sapere che il numero dei giocatori che praticano occasionalmente le scommesse, meno di una volta al mese, è costituito per il 41% da donne.
L’evoluzione riguarda anche i giovani giocatori la cui età è inferiore ai 35 anni. L’obiettivo principale di questi giochi restano , tuttavia, i padri, gli uomini sopra i 45 anni che hanno scommesso da le 2 e le 3 volte alla settimana. C’è stato anche un aumento del 12,5% dei giochi sportivi, gestito da MJDS e che oggi rappresentano il 20% del mercato. La lotteria nazionale ha registrato un aumento delle vendite dei tagliandi del 12% .

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi