Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Accordo Figc-Intralot, Lugaresi (presidente Cesena Calcio) contro l’ipotesi di rinuncia agli Europei under 21: “Scelta inutile e dannosa”

In: Cronache

13 ottobre 2016 - 12:24


calcio-scommesse-600x262

(Jamma) – La netta presa di posizione del sindaco di Cesena Paolo Lucchi che ha stigmatizzato l’accordo di sponsorizzazione tra la Federcalcio e la società di scommesse online Intralot ha aperto un dibattito in città. Il primo cittadino ha inviato una lettera al presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio, Carlo Tavecchio, per ribadire come l’amministrazione malatestiana non transige sull’impegno a contrastare il gioco d’azzardo.  

 

Nella sua comunicazione il sindaco spiega che se l’accordo di sponsorizzazione procederà Cesena ritirerà la sua candidatura per ospitare gli Europei under 21 del 2019 (avanzata con Bologna, Reggio Emilia e Udine). In città, però, c’è chi dissente dalla decisione di Lucchi. Si tratta del presidente del Cesena Calcio Giorgio Lugaresi che intervistato dal “Resto del Carlino” non ha usato mezzi termini, definendo la scelta di Lucchi “inutile e dannosa”.  

 

Lugaresi si dice sorpreso per una presa di posizione così netta e non condivisa con la società che gestisce lo stadio. Anzi, rincara la dose, spiegando che il Comune si è già preso l’impegno con la Uefa, firmando l’accordo, di mettere a disposizione lo stadio per gli Europei. La rinuncia, quindi, potrebbe sfociare in una richiesta di danni, lo stesso rischio che si è detto possa correre l’Amministrazione Comunale di Roma dopo aver bloccato la candidatura per le Olimpiadi del 2014. Non solo: secondo Lugaresi, il forfait manderebbe in fumo lavori di adeguamento dello stadio per 3,5 milioni di euro, in parte sostenuti dal Cesena Calcio, in parte finanziati dal Credito Sportivo.   Lugaresi, senza dirlo esplicitamente, fa balenare l’idea di una certa ipocrisia: “A Cesena si scommette sui cavalli, ma non per questo si chiude l’ippodromo” e ricorda che “il gioco è legale” e la società che lo gestisce opera nella piena legalità. Da parte del sindaco Lucchi è arrivato un secco “no comment” sulle critiche di Lugaresi.

 

Il primo cittadino parla di solo di “riferimenti valoriali diversi”, riferendosi all’ “agibilità sociale” del gioco d’azzardo che se da una parte è legale, dall’altra causa la rovina di molte famiglie in cui è presente un giocatore patologico: “Lui fa il presidente del Cesena, ed io il sindaco pro-tempore, agiamo quindi in ambiti, con interlocutori e riferimenti valoriali diversi”.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi