Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Casinò di Saint Vincent, interpellanza sul nuovo piano marketing per il rilancio della casa da gioco

In: Casinò, Politica

21 settembre 2016 - 15:08


casinò saint vincent

(Jamma) – La Casa da gioco di Saint-Vincent è tornata in discussione nella seduta consiliare del 21 settembre 2016 con un’interpellanza del Movimento 5 Stelle, incentrata sul nuovo piano marketing.

 

Premesso che «l’andamento generale della casa da gioco nel corso del 2016 ci porterà ad una probabile perdita di 12/14 milioni di euro», il Consigliere Roberto Cognetta ha riferito: «In occasione di un’audizione in quarta Commissione dello scorso marzo, il Direttore generale della Casa da gioco ha sostenuto che prima di vendere un prodotto bisogna crearlo e che per questo motivo non era ancora pronto un piano marketing. Oggi, rilevata la mancanza di risultati positivi, mi chiedo se il prodotto da promuovere sia stato creato, se esista un piano marketing e sia stato presentato al Governo regionale, da cui voglio anche conoscere le azioni che intende intraprendere per supportare economicamente questo progetto.»

 

L’Assessore al bilancio e patrimonio, Ego Perron, ha risposto: «Il master plan includeva già tutte le iniziative da perseguire al fine di riformulare l’offerta del prodotto, l’organizzazione interna; gli obiettivi di marketing erano già stati anticipati in un documento presentato a dicembre scorso in Commissione, in cui erano esplicitati due obiettivi: il primo era difendere la quota di mercato che la Casa da gioco ha raggiunto in questi anni, cercando di incentivare quella clientela che ha capacità di spesa più elevata; il secondo era mettere in atto discontinuità necessarie per allargare e rafforzare il posizionamento della Casa da gioco, cercando di aggredire nuovi mercati, in particolare all’estero, a favore di una clientela di più alto livello. Riguardo alla conservazione e alla penetrazione sul mercato di massa, si sta lavorando sulla possibilità di raggiungere nuove quote di mercato con una nuova immagine del Casinò. Sono azioni, ovviamente, che non sono raggiungibili in un periodo breve. Intanto, il calendario di gare, eventi e tornei esistenti continua a ricevere grande attenzione e le necessarie risorse economiche; sono anche state avviate nuove campagne di visibilità nelle regioni vicine, sono state messe in atto promozioni sui giochi, sono stati intensificati rapporti con i partner, si ragiona su altre aree di interesse. A settembre saranno proposti pacchetti commerciali.»

 

«L’andamento e l’avanzamento del master plan e le attività di marketing sono costantemente tenute sotto controllo – ha proseguito l’Assessore Perron -; siamo consci della situazione della Casa da gioco e non mancano da parte nostra input alla dirigenza per recuperare clientela e dare solidità finanziare. Va tenuto conto del fatto che i budget a disposizione per il marketing sono sì cospicui, ma radicalmente ridotti rispetto a quelli del passato. Oggi non è prevista da parte della proprietà alcuna azione straordinaria di aiuti a supporto della Casinò de la Vallée, che deve continuare a lavorare con le risorse di cui dispone.»

 

Nella replica, il Consigliere Cognetta ha commentato: «Un input che l’Amministrazione regionale deve dare alla dirigenza della Casa da gioco è quello di fornire maggiori risposte ai Consiglieri regionali. È sacrosanto rivolgersi a una clientela di fascia più alta. Se la dirigenza attuale, oltre ad avere idee da concretizzarsi a lungo periodo, cercasse di creare meno conflittualità ed esacerbare meno gli animi dei lavoratori si farebbero passi avanti. Mi risulta in effetti che la dirigenza attuale si rivolga ai lavoratori in un modo poco corretto. Avete detto che ad oggi non ci saranno ulteriori aiuti: speriamo che questo oggi non duri solo fino a domani e rimettere mano ai portafogli pubblici; sarebbe uno scandalo regalare altri soldi al Casinò.»

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi