Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

SNAI, nel primo trimestre ricavi a 220,2 milioni di euro, in crescita del 41%

In: Aziende

13 maggio 2016 - 18:52


sede Snai - Porcari (Lucca)
4 settembre 2013

(Jamma) Ricavi per 220,2 milioni di euro, un Ebitda pari a 38,7 milioni di euro, un Ebit di 21,4 milioni e un Risultato Netto positivo per 1,6 milioni di euro. Sono i dati contenuti nel Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2016 del Gruppo Snai, approvato il 13 maggio dal Consiglio di amministrazione di Snai, riunitosi sotto la presidenza di Gabriele Del Torchio.

I PRINCIPALI EVENTI – Il business di Snai nel primo trimestre del 2016 è stato caratterizzato dai seguenti eventi: raccolta complessiva in crescita a 2.769 milioni di euro; payout delle scommesse sportive in miglioramento (81,5%) rispetto alla media 2015 (82,2%); significativo incremento della raccolta nello Sports Betting fisico (euro 191,5 milioni rispetto ad euro 150,9 milioni del 1Q 2015) e online (euro 68,4 milioni rispetto ad euro 42,5 milioni del 1Q 2015); raccolta in crescita per le Gaming Machines pari ad euro 1.965,1 milioni nonostante la riduzione del payout nelle Awp; contributo alla raccolta di circa 50 milioni di euro dalle agenzie SIS e Finscom; avvio dell’azione di contenimento dei costi operativi a seguito dell’integrazione con il gruppo Cogemat.

RACCOLTA E RICAVI – I ricavi delle vendite e delle prestazioni ammontano a 220,2 milioni di euro nel primo trimestre 2016 contro 156,1 milioni di euro del primo trimestre 2015, con un incremento del 41% da attribuirsi principalmente all’effetto combinato dell’integrazione del gruppo Cogemat e della riapertura dei punti vendita Finscom ed ex SIS, oltre alle positive dinamiche registrate dalle scommesse sportive e dai giochi online.
LE GAMING MACHINES – I volumi di raccolta delle Gaming Machines (comprensivi dell’apporto di Vlt ed Awp) sono pari a 1.965,1 milioni di euro al 31 marzo 2016 contro 744,4 milioni di euro dell’analogo periodo del 2015 grazie all’integrazione con il gruppo Cogemat (raccolta pari a 1.165,2 milioni di euro in Q1 2016) ed alle attività di sviluppo della rete. I ricavi del segmento degli apparecchi da intrattenimento (Adi) si attestano a 147,7 milioni di euro contro 75,2 milioni di euro dei primi tre mesi del 2015. A fine marzo 2016 il gruppo Snai gestisce 64.777 Awp e 9.988 Vlt.
LE SCOMMESSE – I primi tre mesi del 2016 hanno registrato un payout sulle scommesse sportive pari al 81,5% rispetto al 82,2% dell’analogo periodo del 2015. Il volume di raccolta dei giochi a base sport al 31 marzo 2016 si è attestato a 259,9 milioni di euro rispetto a 193,4 milioni di euro dell’analogo periodo dell’anno precedente (+34,4%). Di questi, 68,4 milioni di euro (26,3% del totale) derivano dal canale online. I ricavi netti dei giochi a base sport si attestano a 38,1 milioni di euro rispetto a 26,3 milioni di euro del corrispondente periodo 2015. A fine marzo 2016 i punti di vendita del Gruppo Snai (agenzie e corner sportivi) sono pari a 1.589. Le scommesse ippiche comprensive dell’ippica nazionale al 31 marzo 2016 hanno registrato una raccolta di 64,3 milioni di euro (comprensivi di 5,2 milioni riferibili al Gruppo Cogemat), in crescita rispetto ai 57,0 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente (+12,7%). I ricavi delle scommesse ippiche comprensive dell’ippica nazionale crescono di 0,2 milioni di euro ed al 31 marzo 2016 ammontano a 5,6 milioni di euro rispetto a 5,4 milioni di euro del corrispondente periodo del 2015.
LE SCOMMESSE VIRTUALI – I risultati ottenuti dalle scommesse su eventi virtuali nei primi tre mesi del 2016 vedono il volume della raccolta salire a 84,1 milioni di euro rispetto ai 68,1 milioni di euro dello stesso periodo del 2015, con ricavi netti per 11,0 milioni di euro (9,1 milioni di euro nei primi tre mesi del 2015). Grazie al perseguimento della nuova strategia on line ed al lancio del nuovo sito internet, i primi tre mesi del 2016 vedono in crescita i ricavi del comparto dei giochi a distanza (online) con ricavi per 6,1 milioni di euro rispetto ai 4,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2015.
I SERVIZI – Relativamente al comparto servizi si evidenzia come, grazie all’integrazione con Cogemat, la raccolta dei clienti providing nei primi tre mesi del 2016 passi a 133,7 milioni di euro contro i 119,9 milioni di euro dell’omologo periodo 2015; a questi vanno aggiunti 28,7 milioni di euro di raccolta di servizi al cittadino (brand Paymat).
ALTRI DATI – I ricavi non ricorrenti passano da 27,5 milioni di euro del 2015 (in gran parte determinato dalla transazione Barcrest) a 1,3 milioni di euro del 2016. Margini, risultato netto e Pfn ed Ebitda di Gruppo nel primo trimestre 2016 è salito a 38,7 milioni di euro contro i 20,2 milioni di euro del primo trimestre 2015 con una crescita del 91,5%. Tale incremento deriva dal sopracitato aumento dei volumi di raccolta e dei ricavi delle vendite e prestazioni a loro volta riconducibili all’effetto congiunto dell’integrazione del gruppo Cogemat e della riapertura dei punti vendita Finscom ed ex SIS, oltre alle positive dinamiche registrate dalle scommesse sportive e dai giochi online. L’Ebit del gruppo del primo trimestre del 2016 è positivo per 21,4 milioni di euro contro 32,1 milioni di euro del primo trimestre del precedente esercizio (in gran parte determinato dalla transazione Barcrest). Il risultato ante imposte del gruppo del primo trimestre del 2016 è pari a 6,0 milioni di euro contro 18,3 milioni di euro del primo trimestre del precedente esercizio, riduzione dovuta sia alla su menzionata transazione Barcrest sia ai maggiori oneri finanziari legati al nuovo bond emesso in novembre 2015 per 110 milioni di euro finalizzato all’acquisizione delle società del gruppo Cogemat. L’utile netto di pertinenza del Gruppo del primo trimestre del 2016 è pari a 1,6 milioni di euro contro 11,4 milioni di euro del primo trimestre del 2015. L’indebitamento finanziario netto del Gruppo Snai, al 31 marzo 2016, è pari a 478,5 milioni di euro, a fronte di 467,6 milioni di euro a fine 2015.
IL COMMENTO DI SCHIAVOLIN – “L‘incoraggiante risultato di questo primo trimestre del nuovo gruppo” commenta l’amministratore delegato Fabio Schiavolin “conferma la bontà del progetto di integrazione e delle azioni finora messe in campo, sebbene siano ancora necessari sforzi ulteriori per consentire il ritorno del Gruppo Snai alla piena redditività e competitività rafforzando la posizione di leadership nel mercato di riferimento”.
Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi