Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Senigallia: appello al confronto tra Imprese ed Istituzioni sul gioco lecito

In: Associazioni

6 luglio 2016 - 13:25


gioacchini

(Jamma) – La richiesta arriva da Paolo Gioacchini, presidente di Rete Egida Italia e responsabile per la Regione Marche di Assotrattenimento2007/Confindustria S.i.T., che rappresenta i principali gestori di apparecchi leciti. “L’ Associazione Assotrattenimento2007-Confindustria sit(AS.TRO) per la quale rappresento la Regione Marche, unitamente a Rete Egida Italia – il gruppo imprenditoriale che dirigo, manifestano la massima disponibilità a incontrarsi e collaborare con le istituzioni per assumere i provvedimenti più adeguati ed utili a tutelare la legalità del gioco e, contemporaneamente a contrastare tutte le criticità connesse al gioco stesso”.

“La Rete Egida Italia, rete nazionale di imprese, nata nelle Marche (allo scopo di tutelare il gioco lecito ed il ruolo socio-economicodei gestori di apparecchi con vincita in denaro installati nei pubblici esercizi), e l’Associazione AS.TRO – prosegue Gioacchini – invitano i rappresentanti degli Enti locali a un confronto costante in grado di favorire misure amministrative che prevengano concretamente, ed in profondità, gli eccessi di gioco, senza penalizzare gli operatori di un settore, come i gestori, sempre più esposti a difficoltà.

 

Al Comune di Senigallia vogliamo dire che ci saremmo messi volentieri a disposizione dell’Amministrazione, ad esempio, per un confronto da sviluppare durante l’iter di approvazione della modifica del Regolamento, sulla base di un dialogo progettuale che negli anni scorsi si era avviato e poi improvvisamente interrotto. Avremmo potuto offrire il nostro contributo di esperienza, di conoscenza del settore, affinché i provvedimenti adottati potessero essere prima di tutto efficaci e poi adeguatamente coinvolgenti le responsabilità sociali e territoriali delle imprese. Avremmo voluto, in generale, accompagnare gli Enti locali nei percorsi di riduzione del danno (visto che da tempo richiediamo a livello politico una riduzione dell’offerta), di contrasto della dipendenza, in particolare minorile, di lotta all’illegalità, dalla quale siamo i primi a subire pesantissime conseguenze. E’ un invito che oggi rinnoviamo a Senigallia e a tutte le Istituzioni territoriali, nell’auspicio che possano essere realizzati dei tavoli di confronto da cui far scaturire progetti sinergici di prevenzione rivolti a tutti i cittadini, ma in particolare a quelli più giovani, a partire dagli studenti per i quali è il gioco on line il pericolo più immediato, in quanto usufruibile attraverso un semplice computer, ipad o smartphone. Ed è per questo che siamo contrari a tutte quelle restrizioni che in altri territori sono già state introdotte senza risolvere nessun problema, favorendo, invece, forme di azzardo illegali ben più temibili. Auspichiamo di partecipare a questi tavoli prima che gli orientamenti diventino provvedimenti, proprio per offrire ai Comuni la nostra piena collaborazione professionale e sociale, all’insegna della sinergia tra imprese e Istituzioni senza la quale nessun Territorio può essere governato con equilibrio.

 

Molteplici i progetti già realizzati da AS.TRO e da Rete Egida Italia, finalizzati alla prevenzione come le iniziative di formazione dei dipendenti in sala, l’affissione nei locali serviti del decalogo del giocatore responsabile (molto prima che lo imponesse il decreto Balduzzi), l’installazione di postazioni informative, la diffusione di test di autovalutazione, mentre è allo studio l’allestimento di un numero verde gestito da professionisti comportamentali,cui il giocatore in difficoltà può fare rivolgersi gratuitamente e in anonimato. Ci auguriamo di poterne allestire altri e più ambiziosi in collaborazione con i Comuni”.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi