Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AS.TRO incontra (e si confronta) con i giovani del Licei di Bologna

In: Associazioni

18 aprile 2016 - 14:38


ungiocochemigioca

(Jamma) – Gli studenti dei Licei bolognesi, in collaborazione con alcune Amministrazioni di Quartiere hanno sviluppato un progetto incentrato su un ciclo di 4 conferenze, nel cui ambito presenteranno e commenteranno le risultanze delle loro ricerche condotte sul gioco, significativamente intitolate “un gioco che mi gioca, io non voglio cadere nella rete”, assieme a docenti scolastici, psicologi, psicoanalisti, rappresentanti dei Giocatori Anonimi, Fondazione Nomisma, magistrati della Procura Minorile.

L’Associazione degli operatori del gioco lecito, AS.TRO, farà parte di tutte le conferenze e si confronterà con i ragazzi e con gli esperti multidisciplinari per fornire la risposta e la prospettiva dell’industria del gioco lecito.

La prima conferenza, che vedrà la partecipazione del Presidente di AS.TRO in un confronto diretto con le scolaresche, si terrà Sabato 23 aprile alle ore 9,30 presso la Cappella Farnese di Palazzo D’Accursio.

Parlare e confrontarsi con i giovani è fondamentale, diffondere le migliori prassi e i più responsabili stili di vita è un dovere civico a cui nessuno può sottrarsi, e il gioco lecito non deve temere di proporsi ai ragazzi come fenomeno a cui gli stessi non dovrebbero approcciarsi, indipendentemente dalle norme e dalle leggi sul divieto del gioco minorile”.

La rilevanza del “lavoro portato avanti dai ragazzi”, sarà poi ulteriormente ottimizzata da AS.TRO, al cui interno si fonderanno queste evidenze, con le più generali ricerche di sistema attuate da Nomisma, che da anni analizza il rapporto tra gioco e giovani, e dal C.N.R.., che da anni fotografa le incidenze statistiche del fenomeno.

Unendo le due componenti AS.TRO potrà finalmente redigere un completo lavoro di analisi che riuscirà a decifrare tutto il contesto su cui il gioco impatta nell’universo giovanile, ed in particolare:

come e perché si genera una determinata preferenza di accesso al gioco,
quale incidenza esercita la pubblicità e la policy aziendale nell’ambito del raggiungimento del bacino di utenza giovanile,
quali distorsioni o violazioni normative siano attribuibili all’attuale sistema,
quali interventi siano più urgentemente da adottare per rimuovere le criticità e mettere in sicurezza il sistema rispetto alla tutela effettiva tanto dei minori, quanto dei giovani adulti.

LOCANDINA-web-ludopatie-agimap

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi