Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI: Ricorso immediato avverso la nuova Circolare di Adm. Ricordiamo le riunioni a Mestre il 18, Udine il 19, Verona il 20 e Milano il 21, invitato anche Baretta

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

15 aprile 2016 - 16:54


agcai-log

(Jamma) La nuova circolare di Adm conferma l’impossibilità per il gestore di trasferire i propri apparecchi da un concessionario all’altro, per questo motivo ricorreremo immediatamente alla magistratura per l’ingiustificata lesione di diritti di livello costituzionale e comunitario, come ad esempio i principi di libera concorrenza, di tutela dell’affidamento e molti altri. E’ il commento dell’associazione AGCAI.

“Come già era possibile immaginare, l’ADM, con tale circolare, tende solo a cristallizare le posizioni dominanti di alcuni grandi soggetti concessionari senza che nessuna esigenza di sicurezza renda giustificabile tale situazione di oligopolio. Tale circolare sancisce la definitiva scomparsa del gestore autonomo, privandolo di qualsiasi disponibilità in merito al nulla osta di esercizio relativo all’apparecchio di sua proprietà.

 

Nel frattempo continuano con grande successo gli incontri organizzati da AGCAI. Da ultimo sono stati raggiunti ottimi risultati negli eventi di Roma e Palermo, dei quali daremo ampiamente conto nei prossimi comunicati. Intanto ci teniamo a ringraziare l’On.Luciano Ciocchetti per la sua disponibilità a dare voce in Parlamento alla nostra causa, insieme all’On. Nicola Ciracì, entrambi presenti a Roma. Al Senatore Vincenzo Galioto, presente a Palermo, che ha evidenziato come evidentemente vi sono dei forti interessi lobbistici dei quali il Governo è schiavo. Un ringraziamento va ancora al Sindaco di Prato Matteo Biffoni che durante l’evento di Firenze si è dimostrato molto sensibile all’argomento e si è impegnato ad organizzarci un confronto con il Presidente o con il Vicepresidente di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Umberto di Primio, anche Sindaco di Chieti.

Un grazie del tutto particolare va alle eccezionali persone dell’Associazione Nazionale Azione Sociale (ANAS), la quale ci sta sostenendo in maniera speciale in tutta Italia, l’Associazione è composta da magistrati, avvocati e professionisti attivisti in genere.

 

Comunichiamo inoltre che un folto gruppo di Parlamentari presenterà a breve una interrogazione parlamentare per domandare cosa il Governo intenda fare per limitare le pericolose VLT, apparecchi da casino che permettono di perdere al giocatore cifre da capogiro. I parlamentari evidenzieranno inoltre la differenza tra gioco da intrattenimento e gioco d’azzardo e la necessità che tali due tipologie di giochi non vengano confuse tra loro, chiedendo quindi che i punti di gioco siano o punti di intrattenimento, con AWP, flipper, calcio balilla etc, oppure punti di azzardo, con VLT, scommesse, bingo, poker on-line etc.

 

Vi ricordiamo i prossimi incontri in programma, comunicando che a quelli di Mestre, Verona e Milano è stato invitato anche il Sottosegretario Baretta:

 

–       Lunedi 18 aprile ore 20.00 a MESTRE presso Park hotel ai Pini, via Miranese, 176 dove sarà presente il sindaco di Loreggia, nonché presidente della provincia di Padova, Fabio Bui ed altri Sindaci della zona, compresi assessori di Mestre e di Venezia.

–       Martedi 19 aprile ore 20.00 a UDINE presso hotel Cristallo, piazzale Gabriele D’Annunzio, 43 dove sono stati invitati tutti i sindaci del circondario.

–       Mercoledì 20 aprile ore 20.00 a VERONA presso hotel San Marco, via Baldassarre Longhena 42 dove sarà presente il vice sindaco di Sona, Simone Caltagirona, ed il Presidente di Conagga Matteo Iori (Coordinamento nazionale gruppi di giocatori d’azzardo) o una sua delegazione.

–       Giovedì 21 aprile ore 20.00 a MILANO presso hotel Da Vinci, via Senigallia, 6 dove è stato invitato l’on. Beccalossi, il Sindaco di Pavia Massimo de Paoli e l’assessore al Bilancio della Regione Lombardia Massimo Garavaglia. Parteciperà anche la Dott.ssa Cristina Perilli  del movimento ‘Mettiamoci in gioco’.

Invitiamo tutti gli operatori a partecipare a tali appuntamenti e sopratutto a svolgere un ruolo attivo nel sensibilizzare il più possibile la classe politica e l’opinione pubblica sui pericoli connessi alle sale da gioco, dove grazie alle VLT è possibile perdere migliaia e migliaia di euro in un solo giorno. L’esistenza delle sale è uno scandalo, dei veri e propri casinò diffusi sul territorio. Farlo sapere è indispensabile.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi